chadwick boseman

Dopo la tragica scomparsa di Chadwick Boseman a seguito di una lunga battaglia contro il cancro durata quattro anni, abbiamo assistito a innumerevoli tributi in onore del “Re di Wakanda” da parte della grande famiglia Marvel.

 
 

La star di Black Panther è stata oggetto di molte testimonianze toccanti e, dopo aver condiviso le loro condoglianze attraverso Twitter, sia Chris Evans che Samuel L. Jackson si sono aperti su ciò che l’attore ha significato per loro nel corso di una recente intervista. 

“È stata dura”, ha spiegato Evans quando gli è stato chiesto come ha affrontato la morte del suo amico e collega nelle ultime settimane. “È stata dura per tutti… e questo mette in luce il potere che aveva su tutti noi. Il suo impatto culturale era incommensurabile, non solo come artista, ma anche come uomo. Ha contribuito a coltivare un senso di fedeltà. Ha galvanizzato. Ha ispirato. La sua eredità vivrà per sempre.”

Anche Samuel L. Jackson ha condiviso i suoi pensieri sulla morte di Boseman, spiegando quale impatto l’attore ha avuto sulla società e il modo in cui ha ispirato i bambini interpretando il ruolo di Black Panther. 

“Stavo cercando di ricordare l’ultima volta che ho visto Chadwick… è stato dopo una premiere di Captain Marvel”, ha spiegato Jackson. “Abbiamo iniziato a parlare di un altro progetto su cui speravo avremmo lavorato insieme… Lui ha detto: ‘Mi dispiace… vorrei esserci, ma non ci sarò’.”

“È stato straziante perdere qualcuno che è una parte così importante della cultura, soprattutto in termini di ciò che è diventato per il mondo, in qualità di Black Panther. Quando lavoriamo, speriamo tutti che le persone ricordino le cose che facciamo. Chadwick ha lasciato un’impronta nella società con il suo lavoro… specialmente la cultura nera. Ha dato ai bambini di colore un eroe a cui poter aspirare… e poi l’abbiamo perso. Non so se potrei mai dire ai miei figli una cosa del genere. Probabilmente aspetterò fino a quando non saranno più grandi, in modo che possono elaborarlo.”

Fonte: CBR