Wolverine La prima scelta

Sono passati 20 anni dall’uscita in sala, negli USA, di X-Men. A celebrarlo, sui social, è Hugh Jackman, che nel film interpreta Logan/Wolverine, e che a quel personaggio in particolare deve la sua fama internazionale e l’affetto di molti fan.

 

Se in partenza non poteva essere più diverso dal personaggio di Len Wein del 1974, visto che l’originale di carta e inchiostro è basso, pelosetto, canadese e non troppo affascinante, Hugh Jackman ha saputo conquistare il suo pubblico, diventando l’unico attore a costituire una coincidenza perfetta tra interprete e personaggio. Nessun altro attore del vasto franchise degli X-Men ha mani interpretato Logan, e Logan è in quasi tutti i film del franchise, contando anche un paio di cameo.

Hugh Jackman celebra i 20 anni di X-Men

Il primo film della saga è raccontato dal punto di vista di Wolverine e Rogue, entrambi in fuga da loro stessi, che trovano una casa presso la Scuola per giovani dotati del professor Charles Xavier, mentre il mondo comincia a sentire la minaccia di uno scontro iminente tra uomini e mutanti. Dalla parte dei “mutanti cattivi”, compare Magneto, signore del magnetismo, vecchio amico di Xavier e con un passato tragico per il quale attribuisce la colpa all’ Homo Sapiens. Wolverine e Rogue si troveranno a fare squadra con i ragazzi di Xavier, Ciclope, Tempesta e Jean Grey, ed entreranno così negli X-Men, un gruppo di mutanti che invece crede nella convivenza pacifica tra mutanti e umani.

Diretto da Bryan Singer, il film vede trai protagonisti, accanto a Hugh Jackman, anche Patrick Stewart, Ian McKellen, Anna Paquin, James Marsden, Halle Berry e Famke Janssen. Il film ha aperto la strada a quello che sarebbe divenuto, di lì a pochi anni (ed è tutt’ora), il “genere” cinematografico più remunerativo di sempre: il cinecomic.