Labyrinth

Sarà Scott Derrickson a firmare il sequel di Labyrinth, in collaborazione con TriStar Pictures. Il film riporterà sul grande schermo il mondo del fantasy culto del 1986 con David Bowie. Il progetto vede il coinvolgimento della famiglia Henson, che si annoverano trai produttori del film, Lisa Henson e Brian Henson di The Jim Henson Company.

 

A firmare la sceneggiatura è stata chiamata Maggie Levin che ha già firmato Into the Dark, mentre la regia di Derrickson ci lascia intuire che forse il regista di Doctor Strange ha lasciato la sedia di regia di Doctor Strange in the Multiverse of Madness, altro sequel con protagonista Benedict Cumberbatch di casa Marvel, proprio per mettere le mani su questo materiale che è molto allettante per un nerd.

Nel film del 1986, seguiamo le avventure di Sarah, una giovanissima Jennifer Connelly, che deve salvare suo fratello più piccolo che per sbaglio è stato offerto a Jareth, Re dei Goblin, interpretato da David Bowie. Per farlo, la ragazza dovrà affrontare molti ostacoli in un pericoloso mondo fantastico.

Mettere mano a questa mitologia può essere davvero molto pericoloso, se si considera il fandom del film originale. Pericoloso perché nel mondo in cui i social e il fan service guidano, in maniera neanche tanto celata, le scelte di alcune produzioni, un prodotto del genere rischia di essere un ibrido che perde di vista la qualità di scrittura per assecondare un pubblico che, comunque, non sarà mai felice al 100%.

Fonte: Deadline