margot robbie

Di recente Margot Robbie è stata intervista da Josh Horowitz (via CBM) ed ha parlato di tutta una serie di attesissimi progetti che la vedranno impegnata nei prossimi anni. Naturalmente, tra questi il più atteso di tutti è probabilmente The Suicide Squad, in cui l’attrice tornerà ancora una volta ad interpretare l’amatissima Harley Quinn.

Robbie aveva debuttato nei panni del personaggio in Suicide Squad di David Ayer. Proprio per questo, durante la conversazione, è saltato fuori l’argomento Ayer Cut, ossia la versione del cinecomic così com’era stato inizialmente pensato dal regista. A differenza della Snyder Cut di Justice League, però, il taglio originale del film di Ayer non sembra essere destinato ad una distribuzione ufficiale.

A tal proposito, Margot Robbie ha dichiarato: “Non ho mai visto la Ayer Cut. So che abbiamo girato un sacco di cose che non sono state inserite nel film. Sarei molto curioso anch’io di vederla”. Horowitz ha poi menzionato il fatto che Jared Leto tornerà ad essere nuovamente il Joker nella versione mai vista prima di Justice League, e la notizia – almeno apparentemente – è stata una sorpresa per l’attrice, che ha così commentato: “Davvero? Non lo sapevo. Fantastico.”

E sempre a proposito di cinecomic, la Robbie ha aggiornato anche in merito a Tank Girl, nuovo adattamento dell’omonimo fumetto di Jamie Hewlett e Alan Martin, in cui l’attrice figurerà in qualità di produttrice. Il regista Miles Joris-Peyrafitte – presente anche lui nel corso dell’intervista (ha già diretto Robbie in Dreamland) – ha spiegato che il progetto è stato momentaneamente messo in stand-by a causa del Covid-19, mentre Margot ha aggiunto di non aver mai visto il film originale del 1995 ma di aver soltanto letto i fumetti, di trovarli assolutamente “malati” e al tempo meravigliosi.

Ovviamente, un altro grande progetto a cui Margot Robbie è stata associata di recente è l’annunciato reboot al femminile di Pirati dei Caraibi, su cui però l’attrice non ha potuto rivelare nulla, limitandosi a dire: “Forse. Siamo agli inizi. Non dico altro… per ora.”