Un nuovo report di Screen Rant spiega quando Tony Stark ha scoperto dell’esistenza delle Gemme dell’Infinito nel MCU. I Marvel Studios avevano anticipato l’esistenza dei cristalli elementali sin dalla Fase 1 con le Gemme della Mente e dello Spazio in The Avengers. Ma è stato solo più tardi, quando siamo entrati nel vivo della Saga dell’Infinito, che gli eroi hanno realizzato il loro reale impatto collettivo.

 

Ci sono state diverse scene espositive nel MCU che spiegavano cosa sono le Gemma dell’Infinito e perché possono essere pericolose se finiscono nelle mani sbagliate. Tuttavia, è stato soltanto in Avengers: Infinity War e, ancora di più, in Avengers: Endgame, che le Gemme sono diventate l’obiettivo principale. Nonostante i cristalli elementali non esistano più nell’universo principale della Saga dell’Infinito, continuano ad essere rivelate nuove informazioni su di esse, come ad esempio quando Iron Man ne è venuto a conoscenza per la prima volta.

Il libro di recente pubblicazione The Wakanda Files contiene un estratto dal diario personale di Tony che descrive nel dettaglio la sua reazione dopo aver appreso delle Gemme dell’Infinito. In esso, ha menzionato Thor che parlava delle Gemme, inclusa la Gemma della Mente sulla fronte di Visione, molto probabilmente riferendosi alla loro ultima conversazione alla fine di Avengers: Age of Ultron.

“Aspetta. Sto davvero seppellendo il comando qui. Thor ha menzionato sei Gemme dell’Infinito al centro di un vortice che causò la distruzione della Terra. E una di loro sta apparentemente abbagliando la fronte di Visione. Possiamo parlarne per un secondo? Gemme dell’Infinito?”

Iron Man e l’esperienza diretta della potenza delle Gemme dell’Infinito

Sfortunatamente, The Wakanda Files non rivela cosa ha fatto Tony con quelle informazioni, anche se data la sua natura curiosa, è probabile che abbia cercato di esaminare di più le gemme elementali. Il problema è che, probabilmente, c’è una letteratura molto limitata su di esse, considerando che sono essenzialmente oggetti mistici. In Infinity War, Wong ha avuto bisogno di spiegare le loro origini e le loro funzioni sia a Tony che a Bruce Banner mentre si preparavano per l’arrivo di Thanos. È lecito presumere, quindi, che Tony non sia mai andato troppo lontano con i suoi possibili sforzi per conoscere meglio le Gemme dell’Infinito. Vale anche la pena sottolineare che negli anni precedenti l’arrivo del Titano Pazzo, si era occupato anche di questioni personali e professionali. 

Dopo gli eventi di Infinity War, tuttavia, in cui ha avuto un’esperienza diretta di quanto siano potenti le gemme, Tony potrebbe aver continuato a esplorare la composizione delle Gemme dell’Infinito che alla fine lo hanno aiutato a creare il Guanto dell’Infinito secondario in Endgame. Detto questo, molto probabilmente sapeva di avere pochissime possibilità di sopravvivere mettendo in atto lo schiocco. Sebbene le sei Gemme dell’Infinito non esistano più nella realtà principale, c’è sempre la possibilità per loro di giocare un ruolo chiave nelle trame delle successive Fasi del MCU, mentre i Marvel Studios si preparano ad affrontare il Multiverso.