Ennio Morricone
Foto di Raffaele Piano

Si è spento all’età di 91 anni il grande Ennio Morricone, compositore, musicista e direttore d’orchestra, autentico orgoglio italiano. Morricone è morto nella notte in una clinica di Roma, in seguito ad alcune complicanze dovute ad una caduta.

 

Come ha fatto sapere l’amico e legale Giorgio Assumma, “Morricone ha conservato sino all’ultimo piena lucidità e grande dignità. I funerali si terranno in forma privata nel rispetto del sentimento di umiltà che ha sempre ispirato gli atti della sua esistenza.”

La carriera di Ennio Morricone, universalmente riconosciuto come uno dei compositori più versatili, prolifici e influenti di tutti i tempi, vanta più di 500 composizioni tra film, serie tv e opere di musica contemporanea. La fama a livello mondiale è arrivata grazie alle musiche prodotte per il genere del western all’italiana e alle sue frequenti collaborazioni con registi quali Sergio Leone, Duccio Tessari e Sergio Corbucci.

A partire dagli anni ’70, Morricone diventa uno dei nomi più richiesti a Hollywood, componendo le musiche dei film di registi come John Carpenter, Brian De Palma, Barry Levinson, Mike Nichols, Oliver Stone e Quentin Tarantino. Indimenticabili le musiche composte per pellicole che hanno scritto la storia del cinema e segnato l’immaginario collettivo, come I giorni del cielo, Mission e The Untochables – Gli intoccabili. 

Dopo essere stato nominato 5 volte tra il 1979 e 2001, nel 2007 gli viene conferito il premio Oscar onario alla carriera “per i suoi contribuiti magnifici all’arte della musica da film”. Nel 2016 vince il secondo Oscar grazie alle musiche composte per The Hateful Eight di Quentin Tarantino.

Nel corso della sua straordinaria carriera ha venduto più di 70 milioni di dischi. Tra i riconoscimenti più importanti vinti da Morricone si ricordano tre Grammy Awards, quattro Golden Globes, ben 10 David di Donatello e anche un Leone d’Oro alla carriera.

Fonte