Dopo che la Warner Bros. ha ufficialmente confermato l’arrivo della Snyder Cut di Justice League su HBO Max il prossimo anno, si è cominciato a parlare anche della possibilità di vedere la Director’s Cut di Suicide Squad, il cinecomic del 2016 diretto da David Ayer che, al pari del film di Zack Snyder, è stato drasticamente cambiato in fase di post-produzione.

 

Prima lo stesso Ayer aveva condiviso su Twitter una GIF del Joker di Jared Leto, lasciando intuire che presto ci sarebbe stato un annunciato legato alla sua versione del film; poi è tornato sui suoi passi, dichiarando che al momento nulla bolle in pentola e che, ovviamente, spera un giorno di poter mostrare al mondo il suo taglio del cinecomic con Margot Robbie.

Adesso il regista ha preso nuovamente la parola sempre tramite il suo profilo Twitter e, in risposta alla domanda di un fan, ha confermato non solo che la Director’s Cut di Suicide Squad esiste, ma che è anche quasi completa, ad eccezione di alcuni effetti visivi.

David Ayer torna a parlare della Director’s Cut di Suicide Squad, rivelando che il suo taglio è quasi completo

Ora che i fan hanno finalmente ottenuto ciò che volevano, ossia la release della Snyder Cut di Justice League, sembra che l’attenzione adesso sia tutta per il Suicide Squad di David Ayer: non è escluso che un movimento simile a quello messo in piedi dai fan con #ReleaseTheSnyderCut possa portare la medesima “fortuna” anche al taglio inedito del cinecomic dedicato alla Squadra Suicida.

Sempre via Twitter, David Ayer ha specificato: Il mio taglio non è l’apoteosi del cinema. È semplicemente meglio di ciò che il pubblico ha visto al cinema. E sì, avrebbe senso aggiornarlo”. E ancora: “Il mio taglio sarebbe facile da completare. Sarebbe incredibilmente catartico per me. È estenuante farsi prendere a calci in c**o per un film che ha ricevuto un trattamento alla ‘Edward mani di forbice’. Il film che ho realizzato non è mai stato visto.”

A proposito di Suicide Squad, di recente David Ayer aveva rivelato che avrebbe potuto dirigere il sequel. Dopo aver espresso attraverso i social tutto il suo supporto e la sua ammirazione nei confronti di James Gunn, il regista ha rivelato a proposito di The Suicide Squad che gli sarebbe stata offerta la possibilità di dirigerlo: “Mi è stato offerto di farlo, ma ho preferito intraprendere un’altra strada”, ha spiegato Ayer.