suicide squad

Una delle scene più sinistre (e probabilmente anche iconiche) di Suicide Squad con protagonista il Joker di Jared Leto, in realtà, nasconde un significato molto meno “dark” di quanto si possa credere. Questo è quello che ha rivelato il regista David Ayer, di recente, attraverso il suo account Twitter.

 

In Suicide Squad, c’è una scena in cui il Joker, steso sul pavimento, appare circondato da coltelli, pistole e altre tipologie di armi, che insieme formano una sorta di cerchio perfetto. I fan più attenti hanno notato che nella scena sono presenti anche delle tutine da neonato: così, hanno chiesto ad Ayer se la cosa possa in qualche modo significare che il Clown Principe del Crimine abbia ucciso dei bambini.

La risposta del regista è stata la seguente: “No, si tratta di qualcosa di molto più ‘innocente’. Harley voleva una famiglia normale con Joker, e vedeva anche dei figli nei suoi sogni. Ho pensato che probabilmente avrebbe assillato Mr. J in merito al fatto di avere dei bambini. Così è andato da Mr. Frost a fare compere di tutine. Il cerchio rappresenta il modo in cui lui vede Harley.”

Potete leggere la risposta originale di seguito:

LEGGI ANCHE – Suicide Squad: il costume alternativo di Harley Quinn

A proposito di Suicide Squad, David Ayer ha rivelato di recente che avrebbe potuto dirigere il sequel. Dopo aver espresso attraverso i social tutto il suo supporto e la sua ammirazione nei confronti di James Gunn, il regista ha rivelato a proposito di The Suicide Squad che gli sarebbe stata offerta la possibilità di dirigerlo: “Mi è stato offerto di farlo, ma ho preferito intraprendere un’altra strada”, ha spiegato Ayer.

Fonte: ScreenRant