Nel finale di The Amazing Spider-Man 2 del 2014 avevamo visto Harry Osborn preparare il terreno per l’arrivo dei Sinistri Sei, la cui storia avrebbe dovuto essere il centro di un film scritto e diretto da Drew Goddard (Quella casa nel bosco, 7 sconosciuti a El Royale) che, però, non ha mai visto la luce.

Su quel progetto, in realtà, non abbiamo mai saputo molto, a parte alcuni dettagli emersi in seguito all’attacco hacker ai danni della Sony nel 2014. Ora, però, in una recente intervista con Collider, è stato proprio Andrew Garfield a tornare su quel film. “Non so quanto quel progetto sia stato vicino ad un’effettiva realizzazione, ma ricordo che ci sono stati sicuramente degli incontri a cui ho preso parte anch’io”, ha spiegato l’ex interprete di Spider-Man.

“È stato davvero emozionante. Amo Drew Goddard, Quella casa nel bosco e tutte le altre cose che ha fatto. Siamo andati subito d’accordo. Amavo la sua visione. Era davvero unica, eccentrica, non convenzionale nelle sue scelte creative. Sono stati un paio di mesi davvero molto divertenti, ma come si dice… è la vita. Sarebbe stato bello. Forse, chissà, un giorno riuscirà a realizzare il suo film. Ripeto, sarebbe stato davvero bello.”

Dopo il flop di The Amazing Spider-Man 2, il film sui Sinistri Sei è stato ufficialmente accantonato. In seguito, come ben sappiamo, ci sono stati l’accordo tra la Sony e la Disney per permettere a Spider-Man di entrare a far parte del MCU e la costruzione di un nuovo “Spider-Verse” inaugurato con Venom che potrebbe effettivamente portare – in futuro, con l’arrivo di nuovi spin-off come Morbius – alla concreata realizzazione dell’agognato film sui Sinistri Sei.