Batman v Superman: Dawn of Justice

Lo scorso weekend si è tenuto il Justice Con, evento virtuale interamente dedicato all’uscita della Snyder Cut di Justice League, ad un mese esatto dalla distribuzione. Chiaramente, l’evento è stata l’occasione per parlare anche del più ampio coinvolgimento di Zack Snyder nel DCEU.

All’evento ha partecipato anche Chris Terrio, sceneggiatore non solo di Justice League, ma anche di Batman v Superman: Dawn of Justice. Durante l’evento, Terrio e Snyder hanno ricordato le discussioni avute in merito alle origini di Batman e all’introduzione della loro versione dell’iconico eroe nel DCEU. Nello specifico, Terrio ha parlato di una conversazione che lui e Snyder ebbero con Ben Affleck a proposito di Heat – La sfida, il film di Michael Mann con Robert De Niro e Al Pacino. Lo sceneggiatore ha spiegato che volevano che i personaggi interpretati dai due celebri attori nel film fosse in qualche modo d’ispirazione per Batman e Superman.

Sempre nel corso dell’evento, Terrio e Snyder hanno anche rivelato i titoli alternativi a cui avevano pensato prima di approdare al definitivo Batman v Superman: Dawn of Justice. Snyder ha ricordato che, all’epoca, ci fu un grosso dibattito con la Warner Bros. a proposito del titolo, sia in merito al sottotitolo ‘Dawn of Justice’ sia in merito all’utilizzo di ‘v’ al posto del tradizionale ‘vs’. Snyder ha confermato che propose alla major sottotitoli come “Son of Son” o “Night of Night”.

Ancora, inizialmente i due pensarono di aggiungere un sottotitolo anche al titolo ufficiale di Justice League. Tra le opzioni vagliate, c’erano Justice League: Foundations e Justice League: Rising. Terrio ha spiegato che il sottotitolo nasceva dall’esigenza di rimarcare che il film avrebbe rappresentato l’inizio della grande avventura del team sul grande schermo, anche se le cose – come ben sappiamo – sono poi andate diversamente.

Batman v Superman: in arrivo una nuova versione IMAX

A proposito di Batman v Superman, di recente Zack Snyder ha confermato di essere a lavoro su una nuova versione IMAX rimasterizzata del film, che arriverà direttamente in home video. Non è chiaro se questa nuova versione includerà filmati inediti, ma una cosa è certa: non ci saranno riprese aggiuntive, al contrario di quanto avvenuto con il suo taglio di Justice League (disponibile in Italia su Sky e ), che ha potuto contare su un budget – senza precedenti per dei reshoot – di 70 milioni di dollari.