Ben Affleck ha interpretato Bruce Wayne in Batman v Superman: Dawn of Justice e Justice League, ma prima di impegnarsi dietro la macchina da presa per dirigere il suo film dedicato all’Uomo Pipistrello, ha deciso di abbandonare ufficialmente il ruolo. I film in cui ha recitato sono stati presi d’assalto dalla critica, cosa che probabilmente ha avuto un impatto non indifferente sulla vita dell’attore, i cui lavori – soprattutto in cabina di regia – sono sempre stati molto apprezzati.

 

Ora, Affleck ha parlato delle sue difficoltà in un’intervista con The Hollywood Reporter, spiegando in primo luogo la sua decisione – che all’epoca scioccò parecchi – di interpretare il Cavaliere Oscuro sul grande schermo. “Ho fatto Batman perché volevo farlo per i miei figli”, rivela l’attore. “Volevo fare qualcosa che mio figlio avrebbe apprezzato. Voglio dire, i miei figli non hanno visto Argo.”

“Zack Snyder voleva adattare la serie di graphic novel di Frank Miller. Aveva avuto delle idee davvero incredibili. Sfortunatamente, ci sono molte ragioni per cui le cose vanno come vanno nel mondo del cinema, e solo perché la tua faccia è su un poster non significa che stai avendo voce in capitolo su tutte queste cose. Soltanto in quel caso, forse, sarebbero potute andare bene. Ho indossato il costume alla festa di compleanno di mio figlio, il che mi ha ripagato di ogni momento di sofferenza relativo a Justice League.”

Ben Affleck su Batman: “Ho accettato per mio figlio”

Non è chiaro se Affleck si riferisca alle riprese principali di Justice League o alle riprese di aggiuntive sotto la direzione di Joss Whedon. Tuttavia, l’attore ha spiegato che i suoi problemi con l’alcol hanno avuto un forte impatto sulla sua esperienza nel film.

“Ho iniziato a bere troppo all’epoca di Justice League, ed è una cosa difficile da ammettere, con cui confrontarsi e poi accettare. Sono sobrio da un bel po’ di tempo e mi sento davvero bene, come forse non mi sono mai sentito prima”, ha ammesso Affleck. “E il processo di guarigione dall’alcolismo è stato davvero istruttivo. Penso che sia un’esperienza importante anche per le persone che non bevono. Tutti ti dicono: ‘Sii onesto. Ritrova la tua integrità. Assumiti le tue responsabilità. Aiuta le altre persone’. Ci sono così tante buone cose che ti insegnano durante tutto il processo. Mi ci è voluto un po’ per capirlo. Ho commesso qualche errore, come la maggior parte delle persone, ma oggi mi sento veramente bene.”

Ricordiamo che Ben Affleck tornerà a vestire i panni di Batman nell’attesissima Snyder Cut di Justice League, il taglio originale del cinecomic uscito nel 2017, così come inizialmente pensato da Zack Snyder. Il film arriverà sotto forma di miniserie suddivisa in quattro parti su HBO Max entro la prima metà del 2021. Inoltre, Affleck tornerà a vestire i panni del Crociato Incappucciato nell’atteso The Flash di Andy Muschietti al fianco Ezra Miller.