Blade film

A più di 20 anni di distanza da quando Wesley Snipes ha interpretato l’iconico cacciatore di vampiri, i Marvel Studios si preparano a riavviare il franchise di Blade con l’annunciato film ambientato nel MCU che avrà come protagonista il due volte premio Oscar Mahershala Ali.

In una recente intervista con ET in occasione della promozione de Il principe cerca figlio, è stato proprio Snipes ad esprimere tutta la sua solidarietà nei confronti della scelta della star di Moonlight e Green Book. “Sono d’accordo al 1000%. Penso che sia fantastico. Fai pure, amico”, ha dichiarato l’attore in merito al casting di Ali.

Sempre nel corso della medesima intervista, Snipes ha detto che sarebbe disposto a prendere parte al film in un eventuale cameo: “Non si sa mai. Alle giuste circostanze, sono aperto a mettermi in gioco con tutti. So che molte persone associano ancora il mio nome a quel ruolo”.

L’attore ha poi intavolato una riflessione su come la rappresentazione nei media dei supereroi sia cresciuta nel corso degli anni, a partire proprio dal suo Blade del 1998. “L’ironia di tutta la faccenda è che quando ho scelto di fare quel film, il primo Blade, la maggior parte della rappresentazione di cui godevo in

Snipes ha parlato di come la rappresentazione nei media dei supereroi sia cresciuta nel corso degli anni, a partire dal suo ruolo in Blade. “L’ironia di tutta la faccenda è che quando ho scelto di fare il film, il primo Blade, la maggior parte della rappresentazione che avevo in quel momento suggeriva che non avrei dovuto farlo. Erano assolutamente contrari a farmi assumere il ruolo. Guarda ora come sono cambiate le cose. Chi l’avrebbe mai immaginato? Tuttavia, c’è ancora molta strada da fare.”

Cosa sappiamo su Blade?

È passato più di un anno da quando Blade è stato annunciato ufficialmente, tuttavia la Marvel non ha in alcun modo affrettato lo sviluppo del reboot. Di recente è stato confermato che i Marvel Studios hanno affidato a Stacy Osei-Kuffour la sceneggiatura del film. Osei-Kuffour ha lavorato come story editor e sceneggiatrice per l’acclamata serie Watchmen di HBO. Lo studio ha preso in considerazione soltanto sceneggiatori di colore e, secondo quanto riferito, Ali è stato direttamente coinvolto nel processo.