Soltanto pochi giorni fa, il presidente di Lucasfilm Kathleen Kennedy ha lasciato intendere che i personaggi di Star Wars introdotti nella trilogia sequel, vale a dire Rey (Daisy Ridley), Finn (John Boyega), Poe Dameron (Oscar Isaac) e Kylo Ren (Adam Driver), potrebbero tornare in futuro.

 
 

Ora, in una recente intervista con UNILAND, è stato proprio Adam Driver a toccare l’argomento e a parlare di un possibile ritorno nei panni di Kylo Ren. L’attore ha detto di non essere “totalmente contrario” ad un eventuale ritorno. Tuttavia, non tiene conto della portata o della visibilità di un dato progetto quando accetta di prendervi parte; ciò che per lui conta davvero, rispetto a qualsiasi altro aspetto, è “lavorare con grandi registi”.

“No, non sono totalmente contrario”, ha dichiarato. “Per me, ogni film è un mezzo per arrivare ai registi. La cosa che mi interessa davvero è lavorare con grandi registi. Qualunque sia la portata o la dimensione… è un aspetto che per me non è mai stato davvero importante. Ci sono aspetti interessanti nel lavorare con grandi registi e prendere parte a grandi blockbuster. Per quanto mi riguarda, seguo sempre le persone con cui sarei interessato a lavorare, se mi ritengo giusto per la parte, cose di questo tipo. Quindi, no… Decisamente non sono contrario.”

Quale futuro per il franchise di Star Wars al cinema?

La trilogia sequel di Star Wars non è stata accolta dai fan come forse Disney e Lucasfilm si aspettavano, e ad oggi i tre episodi che compongono il trittico finale della Saga degli Skywalker rimangono i più divisivi di tutti, forse anche più dei film della trilogia prequel.

Al momento il futuro della saga di Star Wars è certo unicamente sul versante televisivo, ma per quanto riguarda il grande schermo, invece, i piani sembrano essere parecchio incerti (proprio di recente è stata confermata la sospensione di Rogue Squadron, il nuovo film del franchise affidato alla regista Patty Jenkins).