Captain America: Brave New World, nuovo titolo per il film Marvel

-

I Marvel Studios hanno da poco annunciato, tramite il loro account Twitter che il quarto film di Captain America – il primo con l’attore Anthony Mackie come protagonista – ora si chiama Brave New World. La notizia è arrivata insieme a una foto dietro le quinte delle star Anthony Mackie e Harrison Ford, che assume il ruolo del generale Ross. Lo scorso luglio, lo studio aveva annunciato che il film era originariamente sottotitolato New World Order, ma il titolo è dunque ora stato ufficialmente cambiato. Non cambia invece la data di uscita, ancora fissata al 3 maggio 2024.

Sebbene non sia noto quale sia il motivo dietro la decisione dei Marvel Studios di abbandonare il titolo originale di Captain America: New World Order, questo potrebbe essere dovuto, stando alle teorie oggi presenti sulla trama, ad un regime totalitario che nel film emergerà per conquistare il mondo. Nel cambiare il titolo del film, la Marvel ha però scelto un nome che ha un preciso legame con i fumetti di Captain America. Captain America: Brave New World potrebbe infatti connettersi con il controverso evento Secret Empire.

Questo si concentrava sulla rivelazione che Steve Rogers è un agente dell’Hydra, diventando dunque un leader fascista e controllando il mondo intero. Successivamente viene però rivelato che il Teschio Rosso aveva usato il Cubo Cosmico senziente chiamato Kobik per sostituire Steve con una sua versione malvagia. Come spesso avviene per gli eventi dei fumetti, Secret Empire aveva una serie di fumetti tie-in. Uno di questi era Secret Empire: Brave New World. In quella storia, ogni numero si concentrava su un diverso gruppo di eroi che venivano a patti con la loro vita sotto la stretta dell’Hydra.

Sebbene al momento non vi sia alcuna indicazione che Chris Evans tornerà nel film per interpretare una versione malvagia di Steve Rogers, il nuovo titolo potrebbe essere correlato al Leader di Tim Blake Nelson che prende il controllo del mondo attraverso la creazione di più Hulk, un rumor sulla trama di Captain America: Brave New World che circola da tempo. Non resta però che attendere maggiori informazioni per poter stabilire quanto di tutto ciò abbia a che fare con il film. La foto condivisa offre anche un nuovo sguardo al costume del Capitan America di Anthony Mackie, che si discosta dall’abito con cui era noto il personaggio, assomigliando ora più a quello di Steve Rogers.

Captain America: Brave New World, quello che sappiamo sul film

Captain America: Brave New World riprenderà da dove si è conclusa la serie Disney+ The Falcon and the Winter Soldier, seguendo l’ex Falcon Sam Wilson (Anthony Mackie) dopo aver formalmente assunto il ruolo di Capitan America. Il regista Julius Onah (Luce, The Cloverfield Paradox) ha descritto il film come un “thriller paranoico” e ha confermato che vedrà il ritorno del Leader (Tim Blake Nelson), che ha iniziato la sua trasformazione radioattiva alla fine de L’incredibile Hulk del 2008.

Secondo quanto riferito, anche la star di Alita: Angelo della Battaglia Rosa Salazar e il wrester della WWE Seth Rollins sono stati scelti come membri della Serpent Society, con l’attrice che interpreta la cattiva Diamondback. Nonostante dunque avrà degli elementi al di fuori della natura umana, il film riporterà il Marvel Cinematic Universe su una dimensione più terrestre e realista, come già fatto anche dai precedenti film dedicati a Captain America. Ad ora, Captain America: Brave New World è indicato come uno dei titoli più importanti della Fase 5.

Redazione
Redazione
La redazione di Cinefilos.it è formata da un gruppo variegato di appassionati di cinema. Tra studenti, critici, giornalisti e aspiranti scrittori, il nostro gruppo cresce ogni giorno, per offrire ai lettori novità, curiosità e informazione sul mondo della settima arte.

Articoli correlati

- Pubblicità -

ALTRE STORIE

Dall'alto di una fredda torre Vanessa Scalera

Dall’alto di una fredda torre, la scelta di Vanessa Scalera ed...

Al cinema dal 13 giugno, distribuito da Lucky Red, la storia di Dall'alto di una fredda torre (qui la recensione) nasce sul palcoscenico del teatro,...
- Pubblicità -