Alien³: il regista originale rivela i piani abbandonati per scatenare gli Xenomorfi sulla Terra

-

Diretto da David Fincher, Alien³ uscì nel 1992 e fu considerato una grande delusione dopo i grandi Alien e Aliens – Scontro finale. Tuttavia, nel tempo il film si è guadagnato una fedele schiera di fan e molti lo definiscono un classico sottovalutato. La storia segue Ellen Ripley (Sigourney Weaver), che si schianta su Fiorina 161, un desolato pianeta prigione. I suoi compagni, Newt e Hicks, muoiono nell’incidente, mentre uno Xenomorfo è sopravvissuto allo schianto. I prigionieri e le guardie, privi di armi avanzate, si trovano dunque a dover combattere la creatura con risorse limitate.

Le cose si fanno davvero strane durante l’atto finale, con l’introduzione di un ibrido umano/Xenomorfo, e il regista originale del film – Renny Harlin (anche autore di Cliffhanger – L’ultima sfidaThe Strangers: Capitolo 1) – ha ora condiviso come il suo approccio ad Alien³ sarebbe stato diverso in un’intervista con Slash Film.  “Ho sempre pensato di avere una buona idea”, ha esordito Harlin. “Stavo lavorando ad Alien³ nell‘89, che era prima di ’Jurassic Park’ e di tutti quei film. Quindi il concetto di avere queste creature sulla Terra per lo studio, sembrava spaventoso e irraggiungibile. Per me era la naturale evoluzione”.

Abbiamo avuto ‘Alien’ con i camionisti nello spazio, abbiamo avuto ‘Aliens’ con i Marines nello spazio, e dove andiamo adesso? Portiamo gli alieni sulla Terra e facciamoli passare attraverso un campo di grano. Avevo già in mente il poster con la fattoria e il campo di grano al chiaro di luna, e loro che attraversano il campo di grano”. “Ancora oggi, penso che sarebbe stato un film di enorme successo perché sarebbe stata la prima volta che veniva fatta una cosa del genere”, ha aggiunto il regista. “Ma per qualche ragione, lo studio ha pensato: ‘Ah, il pubblico non se la berrà’”.

Renny Harlin parla di Alien³

Condividendo i suoi pensieri finali sul progetto abbandonato, Harlin ha detto: “Una nave prigione? Come faccio a relazionarmi con una nave prigione? Ma questa è storia antica. Non sto dando la colpa a nessuno, ma per chi non lo sapesse, ho lavorato per un anno ad ‘Alien³”. “Mi sono licenziato in modo educato e rispettoso, perché non potevo sopportare l’idea, dopo Ridley Scott e James Cameron, di proporre un film che non sarebbe stato all’altezza di ciò che il pubblico si aspettava e di fargli vivere quell’esperienza”.

Redazione
Redazione
La redazione di Cinefilos.it è formata da un gruppo variegato di appassionati di cinema. Tra studenti, critici, giornalisti e aspiranti scrittori, il nostro gruppo cresce ogni giorno, per offrire ai lettori novità, curiosità e informazione sul mondo della settima arte.

Articoli correlati

- Pubblicità -
 

ALTRE STORIE

Wolfkin film

Wolfkin: tutto quello che c’è da sapere sul film

Il cinema horror ha negli anni regalato innumerevoli iconici personaggi, molti dei quali entrati ormai nell’immaginario collettivo. Tra i più amati di sempre vi...
- Pubblicità -