Tatiana Maslany parla di come affrontare i fan sessisti e dei suoi commenti su Bob Iger “fuori dal mondo”

La star di She-Hulk: Attorney at Law Tatiana Maslany ha riflettuto sul contraccolpo che la serie Disney+ ha ricevuto da parte dei fan sessisti e sui commenti che ha fatto sull'amministratore delegato della Disney Bob Iger durante i picchetti della SAG-AFTRA.

-

She-Hulk: Attorney at Law ha ottenuto recensioni per lo più positive dalla critica quando è arrivata su Disney+ nel 2022. La serie ha sofferto di una scrittura e di effetti visivi inconsistenti, ma come introduzione a Jennifer Walters ha fatto il suo dovere.

Naturalmente, recitare in un adattamento di un fumetto al femminile ha significato per Tatiana Maslany dover affrontare i commenti sessisti e il bombardamento di alcune recensioni negative.

Parlando con The Independent, la star di Orphan Black si è aperta su questo argomento, assicurandosi di scegliere con cura le parole (per evitare di dover affrontare ancora più commenti sui social media).

Penso che ciò che è eccitante… eccitante, ha. Penso che la cosa divertente sia che [la creatrice della serie] Jessica Gao ha inserito nella storia il fatto che la gente ci avrebbe trollato“, ha detto Maslany. “Quando abbiamo iniziato a ricevere le stesse risposte che [Gao] aveva inserito nella scrittura, ci siamo sentiti parte del divertimento“.

Non si sa ancora se She-Hulk: Attorney at Law riceverà una seconda stagione (visti i costi di produzione, non ci scommettiamo). Per un certo periodo, sembrava che Jen potesse apparire in Captain America: Brave New World, ma la situazione è cambiata quando il film ha iniziato a prendere forma.

A non aiutare la situazione sono anche i commenti fatti da Tatiana Maslany sull’amministratore delegato della Disney Bob Iger durante lo sciopero della SAG-AFTRA dello scorso anno. L’attrice è balzata agli onori della cronaca per averlo definito “completamente fuori dal mondo” dopo che il dirigente aveva definito le richieste degli attori “irrealistiche“.

In quei momenti, si è così accalorati. È difficile esprimersi nel modo in cui si vuole quando si è sul filo del rasoio con tutti“, dice Maslany, riflettendo su queste osservazioni.

Parte della ragione delle sue frustrazioni risiede in quello che Olivia Colman ha precedentemente definito il processo “rispettoso” di essere un attore emergente e la fatica che questo comporta.

Mandi questi nastri nel vuoto, non ricevi mai risposte, non ricevi mai un feedback e stai lavorando!“, dice l’attrice di She-Hulk: Attorney at Law. “Ti riprendi e ti devi risollevare da solo, e questo è anche l’aspetto che ti rende così consapevole“.

Come si è detto, un protagonista in computer grafica (e una lunga lista di personaggi secondari in computer grafica) ha fatto lievitare il budget di She-Hulk: Attorney at Law fino a 200 milioni di dollari; tuttavia, nonostante il prevedibile contraccolpo da parte di una certa fetta di fan, ci si aspetta che la Gigantessa di Giada torni… solo che non sarà in una seconda stagione.

L’anno scorso è stato chiesto alla Maslany se la seconda stagione di SShe-Hulk: Attorney at Law si farà. Ha risposto: “Non credo. Credo che abbiamo sforato il budget e la Disney ha detto: ‘No, grazie‘”. Qualcosa ci dice che probabilmente le cose non sono cambiate…

Redazione
Redazione
La redazione di Cinefilos.it è formata da un gruppo variegato di appassionati di cinema. Tra studenti, critici, giornalisti e aspiranti scrittori, il nostro gruppo cresce ogni giorno, per offrire ai lettori novità, curiosità e informazione sul mondo della settima arte.

Articoli correlati

- Pubblicità -

ALTRE STORIE

- Pubblicità -