Tom Holland su Spider-Man 4: “E’ la prima volta che faccio parte del team creativo così presto”

-

Tom Holland, amatissimo per il suo ruolo di Spider-Man, noto anche per The Impossible e Cherry, ha partecipato al Sands International Film Festival, che si è aperto con la proiezione di Last Call, un breve progetto diretto di Lindsay Duncan (Blackbird) che è stato co- scritto e diretto da suo fratello, Harry Holland.

I fratelli Holland hanno preso parte anche al primo torneo annuale di golf Sands, che continuerà nell’ambito delle attività più ampie del festival. È stato sui green del golf che Tom Holland si è unito a Deadline per discutere della sua carriera fino ad ora e dei piani per progetti futuri, incluso un quarto film di Spider-Man.

Zendaya rivela come Tom Holland grazie a Spider-Man sia riuscito a evitare una multa per eccesso di velocità

“La risposta semplice è che vorrò sempre fare film su Spider-Man”, ha detto Tom alla rivista. “Devo la mia vita e la mia carriera a Spider-Man. Quindi la risposta semplice è sì. Avrò sempre voglia di fare di più.” La “risposta più complicata” che Tom ha aggiunto è il modo in cui lui e il team di Spider-Man affrontano qualsiasi seguito di Spider-Man: No Way Home, il terzo titolo della sua saga. “Abbiamo i migliori del settore che lavorano per qualunque sia la storia. Ma finché non lo risolveremo, avremo un’eredità da proteggere”, ha affermato. “Il terzo film è stato così speciale sotto tanti aspetti che dobbiamo assicurarci di fare la cosa giusta”.

Ha aggiunto: “Questa è la prima volta che faccio parte del processo creativo così presto. È solo un processo in cui guardo e imparo. È semplicemente un palcoscenico davvero divertente per me. Come ho detto, tutti vogliono che ciò accada. Ma vogliamo essere sicuri di non esagerare con le stesse cose”.

Chiara Guida
Chiara Guida
Laureata in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è una gionalista e si occupa di critica cinematografica. Co-fondatrice di Cinefilos.it, lavora come direttore della testata da quando è stata fondata, nel 2010. Dal 2017, data di pubblicazione del suo primo libro, è autrice di saggi critici sul cinema, attività che coniuga al lavoro al giornale.

Articoli correlati

ALTRE STORIE

- Pubblicità -