James Gunn

James Gunn ha replicato alle dichiarazioni di Jodie Foster, che due giorni fa ha affermato che i cinecomics stanno rovinando gli spettatori.

Jodie Foster: “I cinecomics stanno rovinando gli spettatori”

Il regista di Guardiani della Galassia 1 e 2, in forze ai Marvel Studios, si è ovviamente sentito chiamato in causa e ha risposto così alle “accuse” dell’attrice e regista due volte premio Oscar:

“Credo che Foster guardi ai film spettacolari in una maniera vecchia, che esclude che questi film possano essere provocatori. Spesso è vero, ma non sempre. Il suo sistema di convinzioni è comune ma è senza basi. Lo dico perché molti film da studio sono senza anima, e questo è il vero pericolo per i film prossimi. Ma ci sono diverse eccezioni.

Per sopravvivere, il cinema spettacolare ha bisogno di avere un cuore che tradizionalmente non hanno. E alcuni di noi stanno facendo del loro meglio in questa direzione. Creare film spettacolari, che siano anche innovativi, umani, con un’anima è ciò che rende eccitante il mio lavoro.

Ma, per voler essere giusti, in base all’ultima dichiarazione della Foster, sembra che lei veda il fare film come qualcosa che riguarda la sua crescita personale. Per me, questo potrebbe far parte delle motivazioni per cui faccio questo, ma spendere molti milioni su un film deve avere a che fare con qualcosa di più, è comunicazione, quindi per la mia esperienza questo è solo un raggio della ruota. Rispetto però Foster e quello che lei ha fatto per i film, apprezzo il suo modo differente di guardare al panorama Hollywoodiano.”

James Gunn e la formula per “salvare” il Marvel Cinematic Universe

Chiaramente Gunn e Foster partono da due background molto differenti, ma sembra che nelle loro reciproche dichiarazioni ci sia necessità di confronto più che di scontro.

Fonte: James Gunn