Venezia 70: le star al Lido

1920

La Mostra internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, il festival più longevo al mondo che quest’anno spegne le 70 candeline, ha sempre offerto una vasta gamma di grandissime star che hanno attirato negli anni, un grande volume di pubblico, caratteristica ce ha contribuito a fare la fortuna della kermesse.

Quest’anno, siamo ancora al terzo giorno me se ne può già parlare, il Lido ospita nomi interessanti, che per adesso hanno coinvolto più generazioni. Inaugurazione super glamour con uno George Clooney sempre più in forma e una Sandra Bullock radiosa in un J Mendel rosso “red carpet” che hanno presentato con Alfonso Cuaron il film d’apertura fuori concorso Gravity. Poi è stato il turno del leggendario William Friedkin, Leone d’Oro alla Carriera e regista che impersona la leggenda cinematografica, uomo concreto e schietto, autore di alcuni dei film che hanno fatto la storia del cinema (vedi L’Esorcista).

Sono già passati dal red carpet Mia Wasikowska e Nicolas Cage, forse i nomi più noti avvistati fino ad ora sulla banchina dell’Excelsior, storico sbarco per i vip da Festival al Lido. Mentre la bella Mia si è dimostrata, come sempre di grande eleganza e discrezione, Nic Cage, consapevole della fama di cui gode tra i fan più accaniti, nonostante qualche scivolone negli ultimi anni di carriera, ha fatto la superstar, rispondendo con intelligenza e spirito anche alle domande più oziose.

Per quanto riguarda invece le “nostre” star, hanno già fatto bella mostra di se l’onnipresente Alba Rohrwacher, coprotagonista con Emma Dante di Via Castellana Bandiera, in concorso. Con loro, al suo primo red carpet all’età di 82 anni, la grande attrice teatrale Elena Cotta, in odore di Coppa Volpi.

Oggi è la giornata sarà monopolizzata da James Franco, che presenta in concorso Child of God, e dalle giovani star Jesse Eisenberg e Dakota Fanning, oltre alla magnifica Judi Dench.

Forfait invece per Michael C. Hall e Richard Madden, mentre, così come è accaduto lo scorso anno per le starlette di Spring Breakers, grande tripudio di pubblico adolescente si aspetta per Daniel Radcliffe, fu Harry Potter, che presenterà Kill Your Darling per le Giornate degli Autori.