Il quarto episodio di What If… ? ci mostra un universo in cui Doctor Strange è ossessionato dal potere e dal controllo. Naturalmente, l’episodio pone alcune grandi domande non solo sullo Stregone Supremo, ma anche sull’intero MCU. Scopriamo grazie a Screen Rant quali sono le principali…

7Come funzionano i Punti assoluti?

Dopo aver tentato – e fallito innumerevoli volte – di tornare indietro nel tempo per salvare la vita di Christine, Stephen Strange viene informato dall’Antico che ciò non è possibile, poiché la morte di Christine è qualcosa che viene definito Punto assoluto, ossia un momento cruciale nella linea temporale, così centrale per la progressione dell’universo che nessuna quantità di ingerenza può cambiarlo. L’Antico avverte che se anche avesse avuto il potere di annullare un Punto assoluto, ciò avrebbe inevitabilmente scosso l’universo in maniera tanto radicale che la stessa realtà sarebbe collassata (anche se, alla fine, è esattamente quello che accade… ).

Ma come funzionano effettivamente i Punti assoluti? Come vengono selezionati? Christine vive nella linea temporale principale del MCU, il che significa che i Punti assoluti sono unici per ogni linea temporali. Il modo in cui è spiegato in What If… ? fa sembrare che i Punti assoluti costituiscano la struttura base di una determinata linea temporale. In altre parole, ci sono alcuni momenti che sono effettivamente concreti, con l’universo che si modella e fluttua intorno ad essi. Senza di loro, l’intera struttura crollerebbe e l’universo con essa. Ma questo non spiega ancora come vengono determinati i Punti assoluti nelle diverse linee temporali, quanti ce ne sono e, soprattutto, perché è così difficile cambiarli…

Indietro