Eddie Redmayne

 

Edward Jonh David Redmayne – o, se preferite, Eddie –  nasce il giorno della Befana del 1982. Con quel nome altisonante non sorprende di certo che vada a studiare a Eton (stesso anno del Principe William), per poi dedicarsi alla storia dell’arte a Cambridge, dove si laurea con lode (ti pareva) nel 2003.

Comincia seriamente a recitare a partire dal 2002, quando entra a lavorare al National Youth Music Theatre, debuttando con uno a caso, Shakespeare (La dodicesima notte). Al cinema, invece, esordisce nel 2006 e presto si specializza in storie Tudor-centriche – vedi i ruoli in Elizabeth – The Golden Age e L’altra donna del re – ma solo dopo aver fatto pratica nella miniserie televisiva Elizabeth I. E in TV lo troviamo spesso in abiti d’altri tempi, come nell’adattamento del classico Tess of the D’Urbevilles targato BBC, e nell’altrettanto letterario I pilastri della terra (da Ken Follet), in cui veste i panni del mastro costruttore Jack Jackson. Ma Eddie veste anche Burberry: la celebre firma lo chiama, infatti, come modello prima nel 2008 (insieme a un altro attore in ascesa, Alex Pettyfer), e poi di nuovo per la campagna del 2012 (stavolta al fianco di Cara Delevingne). Che il gusto per l’abbigliamento lo abbia sviluppato col lavoro di testimonial o che si tratti, invece, di una dote naturale, poco importa: fatto sta che nel numero di settembre 2012 Vanity Fair lo piazza nella lista annuale dei meglio vestiti al mondo. Comunque, fra un set fotografico e un set cinematografico, Redmayne continua a dedicarsi anche al teatro… e fa la sua porca figura, visto che nel 2010 si porta a casa un bel Olivier Award come coprotagonista (di Alfred Molina) per la sua performance nel dramma Red, facendo il bis l’anno dopo, quando (sempre per Red) intasca pure un Tony Award. Come a dire che non ha solo un bel faccino lentigginoso, ecco. Il 2011 è anche l’anno di Marylin, biopic sulla diva-più-amata-di-sempre che lo vede nel ruolo del giovane assistente alla regia con cui la Monroe ebbe un breve flirt durante le riprese de Il principe e la ballerina. Di recente, invece, abbiamo visto Eddie dar prova delle sue notevoli doti canore nella mastodontica trasposizione del musical Les Misérables, dove interpreta un giovane innamorato, infiammato tanto dalla passione quanto dalla rivoluzione. Se i film in costume sono ormai il suo marchio di fabbrica, sarà curioso scoprire cosa combinerà con gli imprevedibili Wachowski bros nel loro prossimo lavoro, Jupiter Ascending, insieme ad altre due giovani stelle, Mila Kunis e Channing Tatum.

Ora, però, è il momento dei festeggiamenti. Leviamo in alto le bandiere, ehm.. i calici, e brindiamo a questo astro nascente. Cento di questi giorni! HAPPY BIRTHDAY EDDIE!