Domina

Sembra strano pensare che una delle figure più emblematiche della storia di Roma, quel Cesare Augusto che fece superare all’Urbe un periodo sanguinoso di guerre civili e consolidò l’Impero, sia stata sempre raccontata a metà. A questo inconveniente pone rimedio Domina, la serie Sky Original che è disponibile su NOW e on demand su Sky. Si tratta del racconto delle vicissitudini di Livia Drusilla, figlia di Marco Livio Druso Claudiano e seconda moglie di Gaio Giulio Cesare Ottaviano, che sarebbe poi passato alla storia come Augusto, primo Imperatore di Roma. La donna caparbia e intelligente dietro all’uomo politico. Con una ricostruzione storica minuziosa di forma e sostanza, Domina racconta proprio l’ascesa al potere di Augusto per mano della moglie, la Domina che dà il titolo alla serie. Ma chi era Livia e chi erano le persone con cui viveva e contro cui ha dovuto combattere? Ecco i personaggi storici “dietro” a Domina.

Domina è disponibile su NOWIscriviti a soli 3 euro e guarda tutte le serie e molto di più.

Tiberio

Tiberio in Domina

Tiberio, interpretato da Earl Cave, è il primogenito di Livia, nella serie è rappresentato come un giovane uomo traumatizzato da un’infanzia complicata, un tipo non molto simpatico ma in possesso di una mente molto affilata. La serie si interrompe prima di questi fatti, ma la Storia ci dice che fu adottato da Augusto, secondo marito della madre, e gli succedette come Imperatore di Roma. Fu un politico attento e in gioventù un valoroso condottiero. Quando però Augusto morì e lui divenne Imperatore, preferì frenare l’espansione dell’Impero, per rendere sicuri i confini. Ritiratosi a Capri, lontano dalla capitale, venne criticato dagli storici dell’epoca, ma molto rivalutato dalla storia moderna.

Marcello

Marcello in Domina

Marcello, interpretato da Finn Bennett, è il figlio di Ottavia, sorella di Gaio. È perciò nipote diretto di Gaio e da lui viene adottato, essendo stato designato come suo erede. Nella serie, la sua morte, per decisione di Livia e per mano della sua amica Antigone esperta di veleni, interrompe la sua giovane vita e apre una vacanza nella successione, vacanza in cui, sappiamo, si insedierà Tiberio. La sua storia è molto breve, data la prematura morte, ma Marcello si era già distinto in campo militare ed era senza dubbio uno dei familiari prediletti da Gaio in persona, che soffrì molto per la sua morte. Proprio questa predilezione gli permise di accelerare il suo cursus honorum, per scavalcare nella linea di successione il più qualificato Tiberio. La sua morte però pose fine alle sue ambizioni. Livia Drusilla venne sospettata del suo avvelenamento, ma mai condannata.

Marco Livio Druso Claudiano

Marco Livio Druso Claudiano

Marco Livio Druso Claudiano, interpretato da Liam Cunningham, è stato il padre di Livia, in Domina un nobile che sosteneva la Repubblica e che si suicidò dopo la battaglia di Filippi. La sua simpatia per la Repubblica lo portò a schierarsi dalla parte degli assassini di Cesare, ma la Storia ci insegna che non scelse la parte “giusta”, o almeno non la vincente. Come Cassio e Bruto, scelse la morte piuttosto che la depravazione della forma di governo della sua città. Grazie alla politica matrimoniale della figlia Livia Drusilla, è passato alla storia come nonno, bisnonno e avo degli imperatori della dinastia giulio-claudia.

Scribonia

Scribonia

Scribonia, interpretata da Christine Bottomley (adulta) e da Bailey Spalding (giovane), ricopre un ruolo molto importante nella serie, perché rappresenta la nemica mortale di Livia Drusilla. Sarà infatti il ritorno della protagonista a Roma a costringere Gaio a divorziare da lei, che era già la sua seconda moglie e incinta della loro prima figlia, colei che sarà poi chiamata Giulia Maggiore. Scribonia finisce per far parte della corte di Augusto, ma sarà sempre nell’ombra della più forte, carismatica e bella Livia. La Storia ci consegna l’immagine di Scribonia come quella di una donna molto forte e nobile, ma comunque una pedina, uno strumento per stringere alleanze e per disfarle. È con questo scopo che venne data in sposa (come terzo matrimonio) a Gaio ed è sempre per questo scopo che da lui fu costretta a divorziare.

Ottavia

Ottavia

Ottavia, interpretata da Claire Forlani (adulta) e da Alexandra Moloney (giovane), è la sorella di Gaio e quarta moglie di Marco Antonio, nonché madre di Marcello. Sposò in seconde nozze, sempre attentamente pilotate dai giochi politici e di alleanze tra le gens romane, Marco Antonio. La Storia ci dice che fu in grado di tenere lontano il marito dalle grinfie di Cleopatra. Alla morte del marito, Ottavia accettò comunque di prendersi cura di tutti i suoi figli, anche quelli avuti dalla sovrana d’Egitto. Una delle sue figlie, Antonia, sposando Druso Maggiore (secondo figlio di Livia) divenne madre, nonna e bisnonna di imperatori.

Agrippa

Agrippa

Marco Vipsanio Agrippa, interpretato da Ben Batt (adulto) e da Oliver Huntingdon (giovane), è stato caro amico e sodale di Gaio, sin dalla giovinezza. In Domina, vediamo come l’amicizia trai due sia stata tutelata dall’intercessione di Livia Drusilla, sappiamo che Gaio gli diede in moglie sua figlia Giulia, alla morte di Marcello, primo marito della giovane, e che Agrippa gli fu sempre fedele. La Storia ci racconta che Agrippa non solo fu un politico e un militare di grande valore, tant’è che sua fu la vittoria della battaglia di Anzio, ma fu anche un dotato architetto.

Nerone

Tiberio Claudio Nerone, interpretato da Enzo Cilenti, fu il primo marito di Livia. La serie non ne fa un ritratto lusinghiero, principalmente perché viene raccontato come l’ostacolo tra quello che invece era un grande amore, quello tra Livia e Gaio, tant’è che viene raccontato che sia proprio la fedele amica di Livia, Antigone, a eliminarlo con delle ostriche bagnate nella cicuta. Tuttavia la Storia tramanda un racconto differente. Certo, non si trattava di un uomo particolarmente brillante o coraggioso, ma Nerone ha fatto di necessità virtù, combattendo al fianco di Cesare ma rimanendo un repubblicano convinto, tanto che poi si alleò con il padre di Livia, poco prima di sposarla. Durante la guerra civile, portò Livia e suo figlio Tiberio in Sicilia, salvo poi tornare quando Gaio e Antonio si riappacificarono. Qui, acconsentì senza troppe proteste al divorzio, per far sposare Livia a Gaio, e prese con sé Tiberio e l’appena nato Druso, come da consuetudine. Quando morì i due ragazzi tornarono dalla madre, e lui divenne, inaspettatamente, padre di un Imperatore.

Gaio

Domina episodi
ph credit: Antonello & Montesi

Gaio Giulio Cesare Augusto, interpretato da Matthew McNulty (adulto) e da Tom Glynn-Carney (giovane), fu il secondo marito di Livia e il primo imperatore romano. Nella serie appare come un giovane ambizioso, da subito ammaliato dalla bellezza e dal carattere di Livia, tanto da rubarle un bacio alla vigilia del matrimonio di lei con Nerone. Quando poi Livia torna a Roma, lo convince in un attimo a divorziare da Scribonia, proponendo un matrimonio di interessi, per dargli l’appoggio della gens Claudia. Domina racconta questa relazione molto complice anche se non sempre facile e la Storia non differisce troppo da ciò che vediamo anche se si interrompe proprio alla vigilia della sua ascesa al trono di Roma. L’immagine di Augusto che è stata tramandata è quella di un Imperatore saggio e pacifico, celebrato e santificato subito dopo la sua morte.

Livia Drusilla

Domina serie tv 2021 Kasia Smutniak
ph credit: Antonello & Montesi

Livia Drusilla, interpretata da Kasia Smutniak (adulta) e da Nadia Parkes (giovane), è la Domina della serie, una nobildonna romana, terza moglie di Augusto, che dopo la morte del padre, è intenzionata a ristabilire la repubblica a Roma. Figlia di un repubblicano sposa Nerone, ma capisce subito che quel marito non fa per lei, non è all’altezza della sua tempra. Nella serie lo segue in Sicilia, dopo lo scoppio della guerra civile, ma appena tornata a Roma si mette “in cerca di un altro marito”. Promuove così il suo divorzio, in concomitanza con quello di Gaio da Scribonia, così sposerà un uomo che detiene già il potere, ma che non sembra disposto a cederlo. Livia cerca fino alla fine di sostenere la repubblica, assicurandosi che a succedere al marito Gaio sia qualcuno che avrebbe rimesso il potere nelle mani del Senato. Questo qualcuno non poteva essere Marcello, che viene così eliminato. Non sappiamo se nella realtà dei fatti sia stata proprio Livia la mandante dell’omicidio di Marcello, ma sappiamo che venne accusata ad un certo punto. Livia rimase al fianco di Gaio, poi Augusto, per 52 anni, fino alla morte di lui, divenne Imperatrice al suo fianco e si impegnò fattivamente affinché il potere detenuto dal marito fosse solido. Promosse anche molte leggi a tutela delle donne ed è stata una delle figure più importanti della Storia romana. La serie Sky Original, Domina, disponibile su NOW e on demand su Sky, riporta alla luce e valorizza questo personaggio troppo poco conosciuto.