Gli zombie più amati della tv, creati in origine dalla lungimirante penna di Robert Kirkman – dobbiamo ringraziare lui se i vampiri, bontà loro, sono andati in pensione – torneranno lunedì in Italia, alle 22.45, su Fox. Dai nuovi promo della quarta stagione, si evince che, in questa fase della storia più delle altre, il sangue scorrerà a fiumi, le tombe si scoperchieranno e altre, forse, si chiuderanno su personaggi ai quali vi siete affezionati. Ma non temete.

A quelli che hanno già visto i primi episodi, negli Stati Uniti, The Walking Dead è piaciuto molto e, soprattutto, come ha fatto notare Tim Goodman dell’Hollywood Reporter, non presenta i difetti che molti hanno riscontrato nel corso della seconda serie. Troverete infatti più personaggi – nonostante alcune inevitabili perdite – e meglio caratterizzati. Gli autori hanno costruito dei retroscena per permettere al pubblico di conoscere meglio delle figure fino a questo momento marginali. Non ci sarà quindi troppa attenzione per le storie d’amore – vedi il triangolo tra Lori (Sarah Wayne Callies), Shane (Jon Bernthal) e Rick (Andrew Lincoln) che, come afferma sempre Goodman, nel corso della seconda serie mise in stallo l’intero plot narrativo – e le attenzioni degli sceneggiatori saranno riservate a due elementi cardine: maggiore introspezione per quanto riguarda i personaggi e spettacolari e imprevedibili scene d’azione.

walking-dead-4Come accade per altre stagioni di prodotti molto amati dal pubblico (vedi Arrow), infatti, quest’anno anche in The Walking Dead non si parla più solo di lotte e combattimenti tra morti viventi ma sempre tramite il lavoro sui personaggi, gli autori proveranno a regalare qualcosa di più “psicologico” o, se vogliamo, profondo allo spettatore. In compenso, affidandoci alle dichiarazioni del produttore esecutivo Greg Nicotero, le avventure di Rick & company saranno più fedeli alle pagine del fumetto, anche nei retroscena più scioccanti e drammatici… Rick, dopo aver tratto in salvo i residenti di Woodbury all’interno delle mura della prigione, dovrà fare i conti con le reazioni imprevedibili e i conflitti dei membri della nuova comunità. Il suo ruolo da leader, tuttavia, sarà in parte ammorbidito dalla crescente preoccupazione per l’inesorabile metamorfosi del figlio Carl, sempre più “vittima” del suo lato oscuro. Al contrario, aumenteranno la leadership di Deryl e anche la ferocia degli zombie.
Una delle figure centrali che dovrete attendere è quella del Governatore che, probabilmente si rifarà vivo a ridosso della seconda parte della stagione. Anche lui, sempre secondo recenti rumors, subirà una revisione psicologica non indifferente e si troverà anche a fare i conti con il suo passato.

Come anticipato, la nuova avventura di The Walking Dead sarà divisa in due blocchi da otto puntate ciascuno. La pausa – secondo le dichiarazioni dello stesso Nicotero – alimenterà le aspettative e la suspense dei suoi affezionatissimi fan.

The Walking Dead 4

The Walking Dead 4 è la quarta stagione della serie tv The walking Dead ideata dal regista Frank Darabont e basata sull’omonima serie a fumetti scritta da Robert Kirkman e trasmessa dal canale americano AMC.

In The Walking Dead 4 protagonisti sono Rick Grimes interpretato da Andrew Lincoln, Lori Grimes interpretata da Sarah Wayne Callies, Andrea interpretata da Laurie Holden, Glenn Rhee interpretato da Steven Yeun, Carl Grimes interpretato da Chandler Riggs, Daryl Dixon interpretato da Norman Reedus, Carol Peletier interpretata da Melissa McBride, Merle Dixon interpretato da Michael Rooker, Morgan Jones interpretato da Lennie James, Hershel Greene interpretato da Scott Wilson, Maggie Greene interpretata da Lauren Cohan, Beth Greene interpretata da Emily Kinney, Michonne interpretata da Danai Gurira e Philip Blake/Il Governatore interpretato da David Morrissey.

Nei ruoli ricorrenti troviamo Judith Grimes interpretata da Cailey Fleming, Tyreese Williams interpretato da Chad Coleman, Sasha Williams interpretata da Sonequa Martin-Green.

La serie racconta di Rick Grimes è un vice-sceriffo della Georgia che viene ferito in servizio durante uno scontro a fuoco. Al suo risveglio in ospedale si rende tuttavia conto che il virus che sembrava essere stato messo sotto controllo poco prima del suo incidente ha preso piede risvegliando i morti, che si tramutano in degli zombie che attaccano i vivi. Riuscito ad uscire dalla città e riunitosi alla sua famiglia e ad altri superstiti, Rick guiderà il suo gruppo alla ricerca di un luogo sicuro scoprendo presto che la minaccia maggiore non sono le diaboliche creature ma gli esseri umani rimasti, guidati unicamente dall’istinto di sopravvivenza.