Quattro nuove foto di Inception: due scattate durante le riprese, e due tratte dal kolossal di Christopher Nolan. E’ uscito un articolo del Los Angeles Times dedicato a Inception, che oltre ad una personale intervistra al regista mostra quanto lavoro ci sia stato sul set del film con scenografie colossali e complicati effetti speciali;

Nell’articolo il Nolan spiega come sia ossessionato dal labirinto che nel film sembra assumere una forte centralità:

Mi trovo sempre a ruotare all’interno dell’analogia del labirinto. Pensate a un giallo: immaginate alla storia come a un labirinto; non vorrete certo che vi venga mostrato il labirinto dall’alto, così da vedere i protagonisti mentre fanno le scelte sbagliate – vi sentireste frustrati. In realtà, vorrete essere coinvolti nel labirinto, essere dentro con loro, condividere le loro scelte… questo rende un film eccitante.
(…) [La presenza di DiCaprio ha fatto sì che alcuni aspetti del film siano stati cambiati, rendendolo più accessibile al pubblico grazie ai suoi suggerimenti], Ho inserito molte sue idee nel film. Leo è molto analitico, soprattutto dal punto di vista del personaggio, ma anche a livello di storia, quando deve relazionarsi con il suo personaggio. Penso che la vita emotiva del personaggio guidi molto più la storia di quanto facesse prima.

Inizialmente avevo scritto il film basandomi sul principio che fosse un film di una rapina. I film di rapina sono tradizionalmente molto superficiali dal punto di vista emotivo. Sono frivoli e ricchi di glamour, sono molto patinati e divertenti. Inizialmente ho provato a scrivere un film così, ma poi sono tornato sui miei passi e mi sono reso conto che per me non funzionava in un film così legato allo stato interiore, visto che era legato al sogno e alla memoria. Dovevo aumentare le scene emotive. Sono i problemi dei personaggi che legano maggiormente il pubblico al film, e ne amplificano la portata, non importa quanto siano strane le tematiche trattate.

Ecco le foto: