La fuga di Martha 2012

Martha fugge all’alba dalla casa dove ha vissuto per anni insieme ai membri di una setta religiosa guidata dal carismatico Patrick; la giovane trova ospitalità presso la sorella maggiore Lucy e il cognato Ted, nel Connecticut. Profondamente segnata dall’esperienza nella setta, Martha fatica a tornare alla normalità; è paranoicamente ossessionata dal ricordo di Patrick e degli altri adepti, dall’idea che possano osservarla e mettersi sulle sue tracce.

 
 

Questa è la storia de La fuga di Martha (Martha Marcy May Marlene), film scritto e diretto da Sean Durkin che approderà nelle sale italiane il 25 maggio. Si tratta del lungometraggio d’esordio per Durkin, che al primo colpo ha fatto centro; La fuga di Martha , presentato al Sundance 2011, ha infatti fruttato al giovane regista il premio per la miglior regia. Nel maggio dello stesso anno, ha trovato spazio nella sezione Un Certain Regard al Festival di Cannes. Dopo esser stato presentato in diverse altre rassegne, La fuga di Martha ha cominciato timidamente a far ingresso nelle sale, partendo il 21 ottobre 2011 con una distribuzione limitata negli Stati Uniti.

La protagonista è interpretata da Elizabeth Olsen, classe ’89, sorella minore delle note gemelle Mary – Kate e Ashley; La fuga di Martha ne sancisce il debutto sul grande schermo. Nel 2012, la 23enne californiana sarà nelle sale con altri due film: Red Lights di Rodrigo Cortés, al fianco di Robert De Niro, e Liberal Arts di e con Josh Radnor. La giovane attrice è attualmente coinvolta in tre progetti, che dovrebbero uscire nel 2013: Very Good Girls di Naomi Foner, Kill Your Darlings di John Krokidas e Therese Raquin di Charlie Stratton.

Nei panni di Patrick, leader della comunità da cui Martha scappa, c’è il veterano del piccolo e grande schermo John Hawkes; qualche tempo fa è giunta la gustosa notizia del suo coinvolgimento in Switch (regia di Daniel Schechter), prequel del tarantiniano Jackie Brown, dove Hawkes sarà chiamato a interpretare il giovane Luis Gara, che nel film del ’97 aveva l’irresistibile maschera di De Niro.

La parte della sorella di Martha, Lucy, è affidata a Sarah Paulson (Capodanno a New York); quella del marito di lei, Ted, a Hugh Dancy, il fascinoso caporedattore di I Love Shopping. Completano il cast Christopher Abbott, Brady Corbet, Maria Dizzia, Julia Garner, Louisa Krause, Adam Thompson, Allen McCullough, Lauren Molina, Gregg Burton, Diana Masi, Tobias Segal e Michael Chmiel.

La fuga di Martha è stato girato nello stato di New York e nel Wisconsin dal 24 maggio al 3 luglio 2010; prodotto da BorderLine Films e FilmHaven Entertainment, è stato realizzato con un budget inferiore al milione di dollari (!) e ha fin ora incassato circa 3,5 milioni di dollari (quasi 3 milioni negli States). Soltanto in Italia, ultima tappa de La fuga di Martha , il titolo è stato cambiato; dall’originale Martha Marcy May Marlene, indicante i vari nomi della protagonista – Martha è il vero nome, Marcy May e Marlene sono appellativi ai quali risponde nella setta – è stato mutato, appunto, in La fuga di Martha, in linea con il fastidioso costume della distribuzione tricolore, sempre teso a semplificare, sottostimando l’importanza dei titoli e, al contempo, le capacità di lettura dello spettatore.