Anche l’Uomo Nero vuole che i bambini credano in lui. Si è stancato di essere relegato sotto i letti senza che nessuno provi più paura, di tutti i genitori che da secoli riempiono quelle testoline con Babbi Natale, Fate dei Dentini e Spiriti della Neve. Vuole essere visto, invadere il mondo, vuole che tutti abbiano paura di lui e distruggere le sicurezze che solo i sogni garantiscono, soprattutto quando si è – o si è rimasti – piccoli.

 

Le 5 Leggende, il nuovo film d’animazione della DreamWorks, racconta l’eterna lotta che invade gli schermi dei cinema quando il Natale è alle porte. Ma il film, diretto da Peter Ramsey e prodotto da Guillermo Del Toro e William Joyce, lo fa con un taglio davvero “pop”, mettendo in scena i cinque eroi che, almeno esteticamente, hanno un’impronta molto underground.

Babbo Natale è un omone con una barba lunga e strani tatuaggi che gli marchiano le braccia: su uno c’è scritto “buono”, sull’altro “cattivo”.  Dentolina ha l’aspetto di un colibrì e un’acconciatura variopinta che ricorda quella di una punk degli anni 70. Sandman, l’uomo di sabbia, che non parla mai, e il Coniglio pasquale Calmoniglio che combatte con una fionda e uova che esplodono come se fossero bombe a mano, hanno un aspetto da veri disadattati e un carattere mite, simile a quello di molti appartenenti alla suddetta categoria. Poi c’è Jack Frost, lo spirito della neve: ribelle, solitario e fuori dalla cerchia dei “Guardiani”, perché il suo operato nel mondo dei buoni non è orientato verso uno scopo ben preciso. Infine Pitch, l’Uomo Nero, che ha un sogno: distruggere i sogni.

Il film sarà nelle sale italiane giovedì 29 novembre, mentre in America sarà visibile già dal 21. L’edizione originale si fregia di doppiatori illustri, come Hugh Jackman che presterà la voce a Calmoniglio, Alec Baldwin alias Babbo Natale, e il bel Jude Law che farà parlare Pitch il cattivo. Completano il cast Isla Fisher, che sarà Dentolina e Chris Pine, Jack Frost. Per l’edizione italiana il nome che spicca è quello di Francesco Pannofino che interpreterà il tatuato Babbo Natale.

Il plot, la trama e soprattutto gli intenti dell’Uomo Nero ricordano apparentemente quelli del Nulla ne La storia infinita, il film diretto da Wolfgang Petersen nel 1984 e tratto dal romanzo di Michael Ende. Anche Le 5 Leggende, è ispirato a una serie di libri per bambini scritta da William Joyce. Il film d’animazione ha raccolto molti consensi da parte della stampa e dei pochi fortunati che l’hanno visto, e speriamo sia una valida alternativa, adatta a tutti i tipi di pubblico, a film di Natale che spesso fanno solo “la festa” al buon cinema.