c-era-una-volta-in-america-film

Tra i film più celebri della filmografia di Sergio Leone, e dell’intera storia del cinema, vi è C’era una volta in America, gangster movie dai toni epici che ha consacrato Leone come uno dei massimi autori del cinema mondiale. Malgrado lo scarso successo di pubblico alla sua uscita, con il passare degli anni il film è stato definito unanimemente come uno dei più belli di sempre, posizionandosi quasi sempre nelle classifiche dei film preferiti di pubblico e di critica.

Ecco 10 cose che non sai su C’era una volta in America.

C’era una volta in America: la trama del film

1. Narra l’evoluzione dell’America criminale. La vicende del film si svolgono nell’arco di quarant’anni, e seguono le drammatiche vicissitudini del criminale David “Noodles” Aaronson e dei suoi amici, dal loro progressivo passaggio dal ghetto ebraico all’ambiente della malavita organizzata nella New York del proibizionismo e del post-proibizionismo.

2. È tratto da un romanzo. Il film è tratto dal romanzo The Hoods, pubblicato dallo scrittore Harry Grey nel 1952. Il romanzo è basato sulle esperienze dello stesso Grey, criminale nei primi decenni del Novecento. Questa fu una delle poche autobiografie di un gangster mai pubblicate.

c-era-una-volta-in-america-colonna-sonora

C’era una volta in America: il cast del film

3. Ha un cast di grandi attori e giovani debuttanti. Avendo a disposizione un budget piuttosto elevato, Leone si avvalse di un cast misto, composto da grandi stelle internazionali e da attori debuttanti. Protagonista del film è Robert De Niro, nel ruolo di David Aaronson, a cui si affianca l’attore James Woods nel ruolo di Maximilian Bercovicz. Tra gli attori che conobbero la celebrità con il film si annoverano invece Tuesday Weld, Elizabeth McGovern e Jennifer Connelly. Al film partecipò anche l’attore Joe Pesci in un piccolo ruolo.

4. Pesci si era proprosto per un ruolo più importante. L’attore Joe Pesci, molto amico di De Niro, si era proposto per il ruolo di Maximilian Bercovicz, ma Leone non lo ritenne adatto per la parte. Gli propose così di scegliere un qualsiasi altro personaggio e Pesci scelse così la parte di Frankie, originariamente più ampia nella sceneggiatura e drasticamente ridimensionata nella versione finale del film.

5. Jennifer Connelly divenne celebre grazie al film. L’attrice, giovanissima, fu notata da un addetto al casting di un altro film, il quale sapeva che il regista italiano stava cercando una ragazza da far danzare davanti alle cineprese. Dopo aver visto la Connelly ballare decide di proporla a Leone, che la scritturò immediatamente, avviandola alla carriera cinematografica.

6. De Niro cercò di incontrare un vero boss della malavita. Per preparare e perfezionare al meglio il suo personaggio, De Niro chiese ripetutamente di poter incontrare il boss della malavita Meyer Lansky, ma non ottenne mai una risposta positiva.

C’era una volta in America: la colonna sonora del film

7. La colonna sonora fu affidata ad Ennio Morricone. Leone non ebbe mai dubbi su chi ingaggiare per realizzare la colonna sonora del film, affidando tale ruolo ad Ennio Morricone, collaboratore di lunga data. La musica del film fu commissionata con così largo anticipo che veniva ascoltata, seppur non nella versione orchestrata, sul set durante le riprese.

c-era-una-volta-in-america-cast

C’era una volta in America è in streaming

8. Il film è disponibile in streaming. Per rivedere il capolavoro di Leone, è possibile sottoscrivere un abbonamento alle piattaforme su cui questo è disponibile, o in alternativa noleggiare il singolo film. C’era una volta in America è infatti presente sulle piattaforme streaming Rakuten TV, Chili, Now TV e Apple iTunes.

C’era una volta in America: Quentin Tarantino è un fan

9. Tarantino ha omaggiato il film con il suo nuovo lungometraggio. Da sempre noto fan di Leone, il regista Quentin Tarantino ha omaggiato il film del 1984, definito come uno dei suoi preferiti di sempre, con il titolo del suo nuovo lungometraggio, C’era una volta a… Hollywood, distribuito nel 2019 con protagonisti Leonardo DiCaprio, Brad Pitt e Margot Robbie.

C’era una volta in America: le frasi più belle del film

10. Il film contiene numerose frasi divenute celebri. Il film è divenuto celebre anche per le sue numerose frasi entrate nella storia del cinema, che sanno racchiudere il senso e l’atmosfera del film e dei suoi personaggi. Ecco alcune delle frasi più belle.

Nessuno t’amerà mai come ti ho amato io. C’erano momenti disperati che non ne potevo più e allora pensavo a te e mi dicevo: “Deborah esiste, è là fuori, esiste!”. E con quello superavo tutto. Capisci ora cosa sei per me? (Noodles)

Il tempo non può scalfire. (Noodles)

A me piace da matti la puzza della strada, mi si aprono i polmoni quando la sento. E mi tira anche di più. (Noodles)

Ho rubato la tua vita e l’ho vissuta al tuo posto. T’ho preso tutto. Ho preso i tuoi soldi, la tua donna, ti ho lasciato solo 35 anni di rimorso. Per la mia morte. Rimorso sprecato. (Max)

Noodles, ci rimangono solo dei bei ricordi e se adesso uscirai da quella porta nemmeno quelli ti rimarranno. (Deborah)

Noodles, cos’hai fatto in tutti questi anni? – Sono andato a letto presto. (Fat Moe e Noodles)

Fonte: IMDb