Dragon - La storia di Bruce Lee cast

Considerato uno dei più influenti artisti marziali di tutti i tempi, Bruce Lee ottenne grande popolarità portando tali pratiche al cinema, divenendone il maggior esponente in film come Dalla Cina con furore. La sua vita è divenuta leggendaria a tal punto che divenne oggetto del film Dragon – La storia di Bruce Lee, diretto nel 1993 da Rob Cohen. Questo ripercorre, in maniera semi-romanzata, le principali vicende avvenute nella vita dell’attore e lottatore, basandosi grossomodo sulla biografia intitolata Bruce Lee: The Man Only I Knew.

 
 

Questa venne scritta nel 1975 dalla moglie di Lee, Linda Lee Cadwell, in seguito alla tragica scomparsa dell’attore. Il regista, tuttavia, non voleva dar vita ad un classico film biopic, e decise piuttosto di realizzare una pellicola simile a quelle interpretate dallo stesso Lee. Vi sono infatti numerosi elementi mistici, come anche una grande esaltazione delle scene di combattimento, costruite in linea con quelle presenti nei film a cui l’attore aveva partecipato. Tali scelte di messa in scena si rivelarono particolarmente vincenti, permettendo al film di affermarsi al di sopra della media del suo genere.

A fronte di un budget di soli 16 milioni, il film arrivò ad ottenere un incasso complessivo a livello globale di circa 63 milioni di dollari. Particolarmente positivo fu anche il riscontro ottenuto dalla critica, che elogiò la sperimentazione visiva e tematica ricercata dal regista. Tale successo permise al film di diventare un titolo estremamente noto, ricercato ancora oggi dai fan dell’attore e continuamente apprezzato per le sue particolarità.

Dragon – La storia di Bruce Lee: la trama e il cast del film

La storia è quella di Bruce Lee, nato a San Francisco ma cresciuto ad Hong Kong. Trasferitosi a 18 anni negli Stati Uniti, Lee inizia a lavorare in un ristorante, manifestando però il meglio di sé nelle arti marziali. Dopo aver aperto una propria palestra, decide di sposare Linda Emery, dalla quale avrà due figli. La sua vita viene però complicata dai pregiudizi e dal razzismo nei confronti degli orientali, ma dopo una lunga gavetta Lee riesce a fare il suo ingresso nel mondo del cinema. Qui prenderà parte ad una serie di film basati sulle arti marziali che gli daranno stabilità finanziaria e fama mondiale. Lee riuscirà così a sconfiggere il demone che lo attanaglia sin da bambino, e che ha influenzato la sua intera esistenza.

Trovare il giusto attore per interpretare Lee era tutt’altro che semplice, e la produzione decise di pertanto di condurre attente ricerche. Inizialmente la parte era stata offerta a Brandon Lee, figlio di Bruce, il quale si era a sua volta distinto in alcuni film sulle arti marziali. Questi, tuttavia, non desiderava essere paragonato al padre e decise pertanto di non ricoprire il ruolo. La produzione, a quel punto, considerò diversi attori di origine cinese, ma a vincere la parte fu Jason Scott Lee, il quale nonostante il cognome non ha alcuna parentela con Bruce. Questi fu ritenuto idoneo per via della sua grande preparazione atletica.

L’attore si sottopose così ad un lungo allenamento nelle arti marziali, divenendone a sua volta un grande esperto. Ad allenarlo fu Jerry Poteet, il quale in gioventù era stato allievo di Lee. Poteet lodò le abilità di Jason, e lo aiutò a convincersi che sarebbe stato un ottimo interprete per il ruolo. L’attore era infatti particolarmente spaventato da tale responsabilità, che avvertiva però come un’occasione irrepetibile nella sua vita. La sua performance venne poi particolarmente lodata, e la stessa vedova di Lee si complimentò con lui per l’umanità con cui aveva dato vita al leggendario Bruce.

Dragon - La storia di Bruce Lee film

Dragon – La storia di Bruce Lee: le differenze con la vera vita dell’attore

Nonostante si tratti di una biografia dell’attore, e si basi su diversi testi a riguardo, il film, come anticipato, si prende diverse libertà rispetto alla storia vera. Tutte le modifiche attuate dal regista vennero fatte con lo scopo di dar vita ad un film su Bruce Lee simile ai film con Bruce Lee. Numerosi sono infatti gli elementi romanzati, come anche l’inserimento di dettagli e particolari non presenti nella realtà, ma che aiutano nella narrazione cinematografica. Tali differenze non sono state giudicate in modo negativo, ma anzi comprese e apprezzate, poiché riescono a raccontare in modo non didascalico la vita del celebre attore.

Tra le principali rivisitazioni si annoverano quella relativa all’origine della passione per le arti marziali di Lee. Nel film questa avviene per via della sua lotta contro dei demoni interiori, ma nella realtà Lee iniziò a praticare tale disciplina all’età di 13 anni dopo aver perso un combattimento contro alcuni bulli. Diversa è anche la descrizione del nucleo famigliare di Lee, che nel film viene descritto come figlio unico e orfano di madre. Nella realtà, egli aveva ben quattro fratelli, e la madre era ancora viva al momento della morte dell’attore. Lo stesso rapporto con il padre viene descritto in modo diverso. Nel film, Bruce ha un forte legame affettivo con questi, mentre nella realtà il loro rapporto fu sempre dettato da un rigido formalismo.

Notevoli divergenze si ritrovano anche nel racconto del leggendario scontro con Wong Jack Man. Nel film, questi ingaggia una dura lotta con Lee, arrivando infine a colpirlo in modo scorretto e provocandogli un profondo trauma alla schiena, costringendolo ad una lunga e tormentata riabilitazione. In realtà, sebbene l’episodio sia sempre rimasto misterioso, sembra che lo scontro si concluse con una netta vittoria di Lee, e che anzi il suo avversario fuggì terrorizzato. Infine, anche il momento in cui a Lee viene offerto il ruolo di protagonista in un film presenta differenze rispetto alla realtà. In Dragon egli è restìo ad accettare non volendo tornare negli Stati Uniti, mentre nella realtà aveva soltanto paura di fallire.

Dragon – La storia di Bruce Lee: il trailer e dove vedere il film in streaming

Per gli appassionati di Dragon – La storia di Bruce Lee, o per chi desidera vederlo per la prima volta, sarà possibile fruirne grazie alla sua presenza nel catalogo di alcune delle principali piattaforme streaming oggi disponibili. Il film è infatti presente a noleggio su Chili Cinema, Google Play e Apple iTunes. In base alla piattaforma scelta, sarà possibile noleggiare il singolo film, avendo modo di fruire del titolo in tutta comodità e al meglio della qualità video.

Fonte: IMDb, ScreenRant