l'attesa

L’attesa è il film che segna il debutto alla regia di lungometraggi di Piero Messina, abile regista di prodotti per televisione, tra spot e documentari, nonché di cortometraggi. Assistente alla regia di Paolo Sorrentino per This Must be the Place e La grande bellezza, Messina ha confezionato un film che si basa sul lutto e sulla sua elaborazione, reso magnifico soprattutto dalla performance di Juliette Binoche. Ecco dieci cose da sapere su L’attesa.

L’attesa film

l'attesa

1. C’è stato un grande lavoro con la sceneggiatura. Scritta da Giacomo Bendotti, Ilaria Macchia, Andrea Paolo Massara e Piero Messina, la sceneggiatura è stato il primo passo per mettere in scena il primo film da regista di Messina stesso. Lo spunto è stato preso dalla storia vera di una persona che ha deciso di superare le fasi del lutto semplicemente non parlando del lutto stesso.

2. È stato girato in Sicilia. Il film è ambientato in questa splendida isola italiana e, più precisamente, le riprese sono state effettuate nelle zone del ragusano (tra cui Chiaramonte Gulfi), nel calatino e nei paesini che si trovano alle pendici dell’Etna.

3. È stato candidato a diversi premi. Presentato in concorso alla 72° Mostra del Cinema di Venezia, L’attesa ha ricevuto i premi Leoncino d’Oro Agiscuola per il Cinema, menzione speciale per il Premio SIGNIS e per il Premio FEDIC. Inoltre, è stato candidato a due David di Donatello (per il Miglior regista esordiente e la Miglior attrice protagonista), a tre Nastri d’argento (per il Miglior regista esordiente, Miglior scenografia e Miglior sonoro in presa diretta) e conquistando una nomination per la Miglior musica e una vittoria come Miglior opera prima al Globo d’oro.

L’attesa streaming

4. È disponibile in streaming. Grazie alla sua presenza sulle varie piattaforme di streaming digitale legale, è possibile vedere o rivedere L’attesa. Questo film, infatti, è disponibile su Chili, Infinity e Tim Vision.

L’attesa trailer

5. L’attesa del trailer. Prima di visionare il film, è consigliabile dare un occhio al trailer per capire se possa essere appropriato a seconda dei propri gusti cinematografici.

L’attesa cast

l'attesa

6. Juliette Binoche ha lavorato con l’immaginazione. L’attrice ha rivelato di sentirsi piuttosto insicura rispetto a quello che voleva fare per interpretare il suo personaggio. Per potergli dare vita, quindi, ha preferito lavorare con la mente, esplorando l’animo interiore della protagonista.

7. Indispensabile lavorare con il regista. Per Giorgio Colangeli, che in questo film interpreta Pietro, parlare con Piero Messina, regista del film, è stato un processo basilare. Il suo è un personaggio che rispecchia la razionalità ed è stato essenziale avere in mano tutte le sfumature possibili di Pietro per poterlo interpretare al meglio.

8. Lou de Laâge ha lavorato sulle sensazioni. Per la giovane attrice francese è stato importante lavorare sul proprio io, cercando la parte interiore più semplice e pura. Ciò è servito per poter dare vita al personaggio di Jeanne, una giovane ragazza che vive nel mistero e non conosce la verità.

L’attesa trama

9. Una fede incrollabile. L’attesa è un periodo di tempo di cui non si conosce la durata e, quindi, diventa un vero e proprio atto di fede. In questo caso, questo atto lo devono compiere Anna e Jeanne, una nei confronti dell’altra, in attesa che Giuseppe, figlio di Anna e fidanzato di Jeanne, faccia il suo ritorno, con la differenza che la prima conosce la verità e la seconda vive nel mistero.

L’attesa colonna sonora

10. Un film con un brano di Leonard Cohen. La musica del film, curata meticolosamente da Alma Napolitano, Marco Mangari e Piero Messina, possiede anche un brano del compositore Leonard Cohen, ovvero Waiting for the Miracle. È proprio con questo brano che il regista ha voluto sottolineare una delle scene chiave del film.

Fonti: IMDb, Variety