L'urlo di Chen terrorizza anche l'Occidente film

Negli anni Settanta il cinema mondiale venne conquistato dall’Oriente, con una lunghissima serie di film di genere a tema arti marziali. Il maggiore esponente di tale filone fu il grande Bruce Lee, il quale con una manciata di film contribuì a diffondere tali arti del combattimento in tutto il mondo. Dopo aver realizzato i popolari Dalla Cina con furore e Il furore della Cina colpisce ancora, egli si dedicò nel 1972  L’urlo di Chen terrorizza anche l’Occidente. Questo rappresenta anche l’unica regia cinematografia di Lee, che volle avere per il film il più totale controllo su ogni suo aspetto. Sfortunatamente, tale opera verrà distribuita solo dopo la sua scomparsa.

Lee iniziò a lavorare a questo nuovo film subito dopo aver preso parte ai primi due grandi successi più sù citati. A causa di contrasti con il suo regista abituale, Lo Wei, Lee decise di prendere il controllo del film e dirigerlo lui stesso. Pur essendo orgoglioso del risultato, l’artista non voleva che la pellicola uscisse in Occidente, consapevole dei diversi gusti del pubblico non asiatico. Dopo la sua morte, tuttavia, il film venne venduto in tutto il mondo, riscuotendo un grandissimo successo e confermando l’attrazione per i kung-fu movie che caratterizzava quegli anni.

In Italia il film venne spacciato come il terzo capitolo di una trilogia che ha per protagonista il personaggio noto come Chen. In realtà, questo e i due precedenti film di Lee non hanno alcun legame tra loro. Uno stratagemma che permise al film di attirare ancor più pubblico di quello previsto. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama e al cast di attori. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

L’urlo di Chen terrorizza anche l’Occidente: la trama del film

La vicenda si svolge nella capitale d’Italia, Roma. Qui Lao-Shan e suo zio Wang hanno aperto un ristorante insieme ad un gruppo di amici. Per loro, però, i problemi iniziano molto presto, poiché la mafia del luogo si interessa al locale e minaccia i giovani asiatici di farlo diventare la loro centrale per lo spaccio di droga. Non riuscendo ad ottenerlo tramite una pulita vendita, i mafiosi passano alle maniere forti con atti di violenza e intimidazione. In cerca di aiuto, Wang contatta Yen Chen, il quale arriva a Roma per proteggere i due ristoratori. L’arrivo di Chen ristabilisce così un equilibrio, poiché il giovane esperto di arti marziali non ci mette molto ad impaurire i loschi criminali.

Non passa però molto prima che i mafiosi si riorganizzino, scagliando contro il giovane alcuni letali assassini. Chen sarà così chiamato a dimostrare tutta la forza dell’arte del combattimento da lui appresa, togliendo ogni dubbio circa le proprie capacità. In una guerra per la conquista del locale che si fa sempre più accesa, Chen inizierà anche a provare un certo trasporto sentimentale nei confronti di Lao-Shan. L’amore può però per lui rivelarsi una trappola pericolosa, che rischia di distrarlo dai suoi obiettivi. Quando però sarà proprio il suo amore che si troverà a dover difendere, Chen si dimostrerà inarrestabile.

L'urlo di Chen terrorizza anche l'Occidente cast

L’urlo di Chen terrorizza anche l’Occidente: il cast del film

Come anticipato, protagonista del film nei panni di Yen Chen è l’attore Bruce Lee. La sua grandezza per questo film fu quella di fornire al personaggio un forte spessore carismatico, evidenziando però come Chang non sia un vero e proprio modello da seguire, mancando di virtù come tolleranza e compassione. Con Chang, però, Lee ebbe modo di diventare estremamente popolare, facendo diventare tali anche le arti marziali. L’attore curò infatti tutte le coreografie dei combattimenti presenti, eseguendo questi in prima persona, in quanto esperto della materia. Accanto a lui, nei panni di Lao-Shan vi è Nora Miao, mentre Wang è Wang Chung Hsin.

Il film segna anche l’inizio della grande popolarità di Chuck Norris, che compare qui nei panni del cattivo Colt. Celebre è lo scontro tra lui e Lee tra le mura del Colosseo. Entrambi gli attori acquisirono diverso peso in vista dello scontro, così da risultare più imponenti e minacciosi fisicamente. Il combattimento fra loro richiese tre giorni di riprese e venti pagine di copione, dettagliatamente coreografate e storyboardate da Lee stesso. Tali scene sono in realtà state effettuate in studio a Hong Kong, poiché il permesso del comune di Roma per girare in un monumento importante come il Colosseo avrebbe richiesto tempi e costi che la produzione non poteva permettersi.

L’urlo di Chen terrorizza anche l’Occidente: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile fruire del film grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. L’urlo di Chen terrorizza anche l’Occidente è infatti disponibile nei cataloghi di Now e Rai Play. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. È bene notare che in caso di noleggio si avrà soltanto un dato limite temporale entro cui guardare il titolo. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di venerdì 21 maggio alle ore 21:20 sul canale Rai 4.

Fonte: IMDb