one piece

One Piece è un manga disegnato e scritto da Eiichirō Oda, da cui è stata tratta l’omonima serie anime. La serie manga è una delle più longeve e di successo, sulla cresta dell’onda da più di ventuno anni. E pensare che l’idea nacque dalla semplice passione di Oda per la pirateria da quando era bambino.

La serie anime di One Piece, conosciuto in Italia con il titolo All’arrembaggio, è andata in onda nel 2001 e ancora oggi continua ad avere molto successo, sia tra le generazioni che ne hanno fruito dal principio, sia dalle nuove.

One Piece: streaming

Della serie One Piece non vi sono presenze sulle maggiori piattaforme streaming italiane. Solo il film One Piece Gold: il film risulta nell’archivio di Chili.

One Piece: treasure cruise

one piece

Questo è un videogioco dedicato al mercato delle piattaforme mobile, ovvero per smartphone e tablet. La storia parte dagli inizi, con il racconto della nascita del protagonista e dei suoi poteri, oltre al fatto di diventare il re dei pirati: nel mentre, vengono spiegate le regole base del gioco.

Il videogioco consente di poter dare al gioco una versione più complessa e accattivante, come dare vita a delle combo di attacco ed utilizzare una componente di ruolo. Alla trama subentra la parte più attrattiva, cioè quella di costruire il proprio team e potenziare il proprio galeone.

One Piece: manga

one piece

One Piece nasce come manga scritto e disegnato da Eiichirō Oda che è stato pubblicato in serie su Weekly Shonen Jump, una rivista giapponese, dal luglio del 1997. Il manga si divide in capitoli e tutta l’opera è stata tradotta in lingua italiana e pubblicata dalla casa editrice Star Comics dal luglio del 2001, con una ristampa fatta nel 2008.

La storia raccontata è quella di Monkey D. Rufy, un giovane pirata e sognatore, che da bambino aveva mangiato, senza saperlo, il frutto del diavolo Gom Gom: ingerendolo, è diventato un uomo di gomma, dotato delle particolarità di deformarsi e allungarsi a piacere. Il fine di Monkey è quello di diventare il re dei pirati e di ritrovare il tesoro One Piece, diventato leggendario, e che si ritiene nascosto, secondo le leggende, da Gol D. Roger sull’isola di Raftel, posto alla fine della Rotta Maggiore.

Vista la posta in gioco, Rufy decide di mettere insieme una ciurma, denominata la ciurma di Cappello di paglia, e di avventurarsi per mari e oceani. Rufy e la ciurma arrivano alle Isole Sabaody, ma vengono subito divisi dalla Marina e spediti in luoghi diversi. Il protagonista scopre che suo fratello Portuguese D. Ace è stato catturato dalla Marina stessa, che lo vuole giustiziare, e corre a salvarlo. Rufy chiede alla ciurma di incontrarsi tra due anni, dopo che si saranno allenati, per essere pronti per il Nuovo Mondo.

La ciurma riprenderà il viaggio e andranno all’avventura, attraversando l’isola degli uomini-pesce, in cui stringeranno un’alleanza con Trafalgar Law e dove avverrà lo scontro con due dei Quattro Imperatori.

Ma come è nata quello che si potrebbe definire un’epopea manga? In realtà, Oda si era appassionato alla pirateria grazie ad una serie anime che adorava da bambino che si chiamava Vicky il vichingo. L’interesse, nel corso della sua vita, non è mai scemato, anzi la sete di conoscenza ha continuato ad essere soddisfatta con la lettura di diverse biografie e la scoperta dell’esistenza di Barbanera.

Tuttavia, Oda ha rivelato di aver subito le influenze della serie di Dragon Ball e da diversi anime, soprattutto per quanto riguarda la parte grafica, come Ken il guerriero. Al progetto di One Piece ha iniziato a lavorare nel 1996, realizzando due storie one-shot, usate poi per il primo capitolo di One Piece. A luglio 2018, dopo ventun anni dall’inizio del progetto, Oda ha dichiarato di essere all’80% della trama.

One Piece: episodi

one piece

Dal manga One Piece è stata tratta una serie anime, dal titolo omonimo, che ha fatto il suo esordio in Giappone nel tardo 1999, con oltre 860 episodi trasmessi. Gli episodi non seguono linearmente il manga, anzi, se ne distaccano e in funzione di ciò sono stati realizzati degli episodio crossover con Dragon Ball e Toriko, ma anche degli episodi filler che si dedicano a piccoli archi narrativi.

Prodotta dalla Toei Animation, la serie è arrivata in Italia grazie a Mediaset, divisa in stagioni (a seconda dei pacchetti di episodi acquisiti) che talvolta hanno un titolo diverso, come quello All’arrembaggio. Per quanto riguarda l’adattamento, in Italia la serie è stata sottoposta a diverse censure, come quelle che riguardano scene di sangue o nudità, per adattarlo a un pubblico più giovane, anche se uno dei cambiamenti più radicali riguarda il nome del protagonista, che prende il nome di Monkey D. Luffy detto Rubber.

Dalla serie e, quindi, dal manga, sono stati prodotti ben 13 film che, in parte, raccontano storie parallele: Per tutto l’oro del mondo (2000), Avventura all’Isola Spirale (2001), Il tesoro del re (2002), Trappola mortale (2003), La spada delle sette stelle (2004), L’isola segreta del barone Omatsuri (2005), I mistero dell’isola meccanica (2006), Un’amicizia oltre i confini del mare (2007), Il miracolo dei ciliegi in fiore (2008), Avventura sulle isole volanti (2009), One Piece 3D: L’inseguimento di Cappello di paglia (2011), One Piece Film: Z (2012) e One Piece Gold: Il film (2016). Inoltre, dalla serie sono stati trasmessi anche diversi speciali tv.

One Piece: pirate warriors 3

one piece

Questo è un videogioco dedicato a Microsoft Windows, Playstation 3 e 4 e Playstation Vita. Pubblicato da Namco Bandai Entertainment e sviluppato da Omega Force, il videogioco ripercorre le avventure di Rufy, a partire dall’inizio dal Villaggio di Foosha fino agli eventi di Dressrosa, basandosi sempre sul manga originale. Il gioco si sviluppa grazia a diversi espedienti narrativi, come il briefing presente all’inizio di ogni missione, gli intermezzi durante l’azione e la presenza degli Eventi Tesoro.

Fonte: IMDb