Emma Stone Emma Thompson Crudelia

Emma Stone vs Emma Thompson, non si poteva chiedere duello migliore per il nuovo film Disney, Crudelia, in cui la giovane Emma interpreta il personaggio del titolo e la Emma veterana incarna la classe della Baronessa, avversaria della giovane aspirante stilita “born bad”. Le abbiamo incontrate in occasione del global junket durante il quale con l’ironia e l’eleganza che le contraddistingue, hanno raccontato la loro esperienza sul set del film di Craig Gillespie.

“Credo che la Disney abbia davvero permesso ai filmmaker di essere creativi nel modo in cui volevano. Forse non è un film oscuro come un film vietato ai minori, ma è sicuramente dai toni molto cupi per essere un film Disney.” Esordisce Stone, che con Crudelia inanella un’altra performance formidabile.

Suo contraltare è la Baronessa, interpretata da un’attrice di serie A, Thompson appunto: “Credo che se mio marito entrasse ora in questa stanza, direbbe che non ho recitato affatto, ma in realtà ho preso molto spunto dalla vita vera. Mi sono divertita tantissima, anche perché erano anni che chiedevo di interpretare un villain vero e proprio. Mia madre mi ha sempre detto che erano 20 anni che interpretavo ‘brave donne in abitini’ e adesso interpreto una vera cattiva sempre in abitini, ma mio dio! Che abitini! La verità è che sono stati gli abiti ad indossare me. Ogni volta che io ed Emma arrivavamo sul set ci guardavamo, ci giravamo intorno come se fossimo delle statue, ed effettivamente eravamo delle opere d’arte, quindi la Baronessa è stata creata da tutti gli altri, io sono solo arrivata e ho recitato le battute.”

E continua: “Per me è stata una sfida su tutti i fronti, non potevo mangiare niente, la mia biancheria intima prevedeva persone con delle carrucole che tenevano tutto su, fare pipì era un lavoro di squadra. E anche i tacchi, io non indosso nulla che sia più alto delle ciabatte infradito. E poi le parrucche! Ero molto più alta di quanto non fossi e comunque, sì, il vero incubo era la biancheria intima. E questo non è valso anche per Emma, che è esile come in giglio.”

Emma Stone vs Emma Thompson: cattive a confronto in Crudelia

Come un fiume in piena, Emma Thompson continua: “Io non mi fido delle persone che non mangiano, e la mia Baronessa mangia solo cose piccole, le fettine di cetriolo, e poi butta dal finestrino la scatola del pranzo, è davvero una persona orribile.” “A dire il vero – interviene Stone – quello è il momento che più mi fa ridere. Ho riso fortissimo ogni volta che durante le riprese Emma lo ha fatto.”

Sia Estella, in maniera più contenuta, che Crudelia, indossano una serie di costumi mozzafiato, ma Emma Stone sembra non avere dubbi su quale sia il suo preferito: “Assolutamente quello oltraggiosamente bello del camion della spazzatura. Aveva una coda di 12 metri e non erano attaccati al vestito, perché altrimenti non avrei potuto muovermi, e così lo hanno aggiunto al vestito alla fine e piegato dentro al furgone, così da farlo dispiegare nel modo giusto durante la scena. Niente che si possa indossare nella vita vera, in realtà. Ma c’era anche quella gonna insensatamente bella, con la quale ho coperto la macchina. Epica. Quello è proprio il momento in cui pensi ‘sono in un film, perché questa roba non potrebbe mai accadere nella vita vera’.”

È interessante come i due personaggi, Crudelia e la Baronessa, siano sì cattive ma abbiano delle motivazioni e delle sfumature che comunque ne fanno personaggi interessanti e complessi. 

“C’è una cosa interessante della Baronessa che riguarda il suo essere cattiva – interviene Emma Thompson parlando dell’insolita caratteristica del personaggio – siamo tutte quasi obbligate ad essere buone e gentili, e una donna che è una cattiva madre è semplicemente imperdonabile. È una donna molto indipendente, talmente tanto indipendente da non avere spazio per nient’altro nella sua vita e lei lo dice che se non fosse stata così, non avrebbe avuto successo e avrebbe fatto la fine di tante altre donne che mettono da parte il loro genio per altro, che sia famiglia, figli o marito. Anche se poteva intraprendere un percorso diverso, credo che la sua devozione alla sua creatività sia in realtà ammirevole.”

“Il suo punto di forza – spiega Emma Stone in merito al suo personaggio e alla transizione da Estella a Crudelia – è che rende suoi punti di forza quelli che nascono come suoi punti deboli. Poi, chiariamoci, Crudelia non è certo un personaggio aspirazionale, ad eccezione per il fatto che lei davvero cerca di affermarsi attraverso la sua creatività, il suo talento. E lavora per accettarsi così com’è nella sua natura.”

Crudelia arriverà il 26 maggio nelle sale italiane (salvo disponibilità dei cinema) e dal 28 maggio in streaming su Disney+ con Accesso VIP. Il film è diretto da Craig Gillespie ed interpretato da Emma Stone, Emma Thompson, Mark Strong, Paul Walter Hauser, Jamie Demetriou.