Home Sweet Home Alone

Disponibile su Disney+ in preparazione alle vacanze natalizie, è arrivato Home Sweet Home Alone, un remake/omaggio della piattaforma al classico cult senza tempo di Mamma, ho perso l’aereo (Home Alone in originale). 

 
 

A interpretare l’erede di Kevin McAllister è stato chiamato Archie Yates, l’esilarante e tenerissimo co-protagonista di Jojo Rabbit che ora si cimenta in un ruolo che lo vede in primo piano e che porta con sé anche tanta responsabilità. Come è meglio di un attore consumato, Archie non si è fatto intimidire dal ruolo: “Ho preso molta ispirazione dai film originali. Voglio dire, li ho osservati religiosamente ogni anno a Natale, quindi è stato abbastanza facile per me relazionarmi. Ma il mio personaggio, Max Mercer, dovrebbe essere un personaggio completamente diverso da Kevin McAllister. Quindi, mentre volevo che ricordasse il classico, ho cercato anche più originalità perché pur trovandoci nello stesso universo e nelle stesse dinamiche, si tratta di una storia completamente diversa.”

Non sarebbe un Home Alone se non ci fossero due malintenzionati che vogliono fare irruzione in una casa sorvegliata solo da un bambino ingegnoso, e questo ruolo è stato affidato, in questo revival, a Rob Delaney e Ellie Kemper, che interpretano una coppia insolita ma di certo non cattiva come quella dei due ladruncoli interpretati nell’originale da Joe Pesci e Daniel Stern. 

Come afferma Kemper stessa: “La nostra missione, nel film, è mossa da un intento positivo, è stata ispirata, credo, dalla bontà. Penso che le nostre motivazioni fossero buone, siamo stati spinti a fare quello che facciamo perché volevamo di più per la nostra famiglia.” 

“Detto questo – interviene Delaney – c’è un cattivo nel film ed è interpretato da Archie Yates e il suo personaggio si chiama Max Mercer. Noi stiamo cercando di riprenderci le cose di cui abbiamo bisogno per salvare la nostra famiglia, quindi durante le riprese ho pensato per tutto il tempo “Oh, Max è il nemico”. Quindi, quando ho visto il film finale e il pubblico si è sentito in sintonia con Max, ho pensato: “Questo deve essere un film diverso da quello che ho girato”. Quindi sicuramente nel guardarlo, penso che non ci siano antagonisti, ma nel filmarlo, ero tipo, “Max è il mio nemico”.”

Home Sweet Home Alone, ecco l’erede di Mamma, ho perso l’aereo!

E forse in parte ha ragione, dal momento che Max, come Kevin, ha un modo abbastanza sadico di difendere la propria casa, un modo che ha messo Delaney e Kemper a dura prova.

“Abbiamo iniziato ad allenarci per gli stunt molto prima di iniziare a girare, per fortuna – ha raccontato Rob Delaney – E ci è stato davvero richiesto di fare la maggior parte delle acrobazie nel film. Gli stuntman professionisti ci hanno aiutati e se abbiamo fatto male delle cose, loro le hanno modificate, ma ci hanno davvero messo alla prova”.

Ellie Kemper: “Sì. Si è rivelato molto divertente. Non avevo mai fatto niente del genere prima. È stato impegnativo ma anche divertente e atletico in un modo che non mi aspettavo.”

Archie Yates, dal canto suo, ha aggiunto un nuovo personaggio alla sua galleria di caratteri che, nonostante la giovane età, è già molto nutrita, tra Jojo Rabbit e Wolfboy and the Everything Factory. Cosa vorrebbe fare dopo?

Archie Yates: “Tutte le cose in cui sono stato sono state commedie e la commedia è uno dei miei generi preferiti. È quello che di solito guardi. Ma per quanto ami la commedia e far parte di esilaranti film per famiglie, mi rendo conto ora che maturando, posso fare molte più cose nella mia carriera di attore ed è per questo che vorrei iniziare a esplorare generi diversi come il dramma, forse un po’ di horror. Voglio anche diventare un regista un giorno e di recente ho appena iniziato a scrivere la mia sceneggiatura!”

Oltre ai ladri Harry e Marv e a Kevin, il film originale vede protagonista anche una esilarante e meravigliosa Catherine O’Hara nei panni di mamma McAllister. In questa circostanza, la madre smemorata p stata interpretata da Aisling Bea che ha una opinione molto personale su quale sia il tipo di personaggio materno che vorrebbe interpretare di più, al cinema: “Mi piacerebbe essere il volto della cattiva maternità. E probabilmente inizierò la mia attività sull’essere una cattiva madre lasciando i miei figli da soli e sperando che se la cavino. Possono badare a se stessi, è quello che stiamo dicendo, ed è un grande messaggio nel film. Non puoi sempre essere lì a sorvegliarli, giusto?”.

Home Sweet Home Alone è disponibile su Disney+ per accompagnarci verso un periodo natalizio spensierato in famiglia.