Gina Carano MMA

All’inizio di questa settimana è stato reso noto che Gina Carano, ex attrice di The Mandalorian, ha fatto causa alla Disney e alla Lucasfilm per discriminazione e licenziamento illegittimo. Gina Carano ha interpretato Cara Dune, fedele alleata di Din Djarin, nelle prime due stagioni della serie di successo, prima che la Lucasfilm la licenziasse per quelli che la società ha definito post “ripugnanti e inaccettabili” sui social media.

 

Nonostante abbia trovato lavoro con The Daily Wire e sia apparsa in un paio di altri progetti, Gina Carano ritiene ancora di essere stata licenziata ingiustamente dalla serie.

Con il sostegno finanziario del proprietario di X Elon Musk, Gina Carano ha fatto causa alla Disney e alla Lucasfilm per discriminazione e licenziamento illegittimo, sostenendo di essere stata licenziata per aver espresso opinioni di destra sui social media.

Interrogato dalla CNBC sulla causa in una recente intervista, l’amministratore delegato della Disney Bob Iger ha avuto ben poco da dire al riguardo. “Nessuna“, è stata la sua semplice risposta prima di spostare la conversazione su un argomento più produttivo.

Probabilmente Iger ha delle opinioni in merito alla causa, ma probabilmente non può condividerle, quindi la sua risposta così tersa non sorprende più di tanto. Gina Carano sta attualmente cercando di ottenere un’ordinanza del tribunale che costringa la Lucasfilm a reinserirla nella serie e a pagare almeno 75.000 dollari, oltre a danni punitivi.

Alcuni di noi sono stati ingiustamente individuati, molestati, perseguitati e privati dei loro mezzi di sostentamento perché hanno osato incoraggiare la conversazione, fare domande e rifiutarsi di assecondare la folla“, ha dichiarato Gina Carano in una dichiarazione allegata alla presentazione della causa. “Sono onorata che il mio caso sia stato scelto per essere sostenuto dall’azienda che è stata uno degli ultimi barlumi di speranza per la libertà di parola nel mondo“.

Tuttavia, dato che Gina Carano era un dipendente a tempo determinato, probabilmente dovrà affrontare una battaglia in salita per ottenere un risarcimento per il licenziamento a causa dei suoi post online.

In genere, i lavoratori del settore privato non sono protetti dalla disciplina prevista dal Primo Emendamento. In questo caso, la Disney ha ritenuto che i post di Gina Carano fossero dannosi per il suo marchio e ha deciso di abbandonare l’attore.

Oltre a sostenere Gina Carano, Musk si è impegnato su X a pagare le spese legali di chiunque ritenga di essere stato “trattato ingiustamente dal proprio datore di lavoro per aver postato o apprezzato qualcosa su questa piattaforma“.

Probabilmente Iger farà bene a non parlare della causa, concentrandosi invece sulle notizie aziendali più interessanti e meno controverse, come l’annuncio di  Oceania 2 (Moana 2) e la sua uscita nel corso dell’anno, l’investimento della Disney in Epic Games e altro ancora.

- Pubblicità -