Le nuove uscite scompaginano la classifica del box office Usa di questa settimana. A sorpresa, The help, una storia di emancipazione ambientata negli Stati Uniti del Sud al tempo della segregazione, arriva in prima posizione, con quasi 72 milioni di dollari di incasso.

Una sorpresa in quanto solitamente le uscite estive di maggior successo sono quelle di film horror o limitrofi e i grandi blockbuster, vedi ad esempio Captain America, questa settimana invece i film di genere sono a metà classifica.

A seguire ritroviamo Rise of the planet of the apes, il prequel con James Franco e Freida Pinto che a quanto pare sta avendo un buon riscontro di pubblico, visto che in sole due settimane di uscita ha raggiunto un incasso totale di ben 134 milioni di dollari.

In terza posizione, un’altra nuova uscita con un incasso decisamente più contenuto: si tratta del quarto capitolo di Spy Kids, che incassa 12 milioni di dollari.

Conan the barbarian il reboot del classico film con Schwarzenegger pre-impegno politico, è in quarta posizione. Il govenatore della Californi è ora sostituito da Jason Momoa che ha tra le sue esperienze precedenti alcuni episodi di Game of thrones e addirittura Baywatch.

In quinta posizione, un nuovo film sui vampiri o presunti tali; Fright night, che totalizza un incasso di poco più di 8 milioni di dollari, seguito dal ben più leggero The smurfs, che nonostante non siano stati creati negli Stati Uniti hanno ricevuto un discreto riscontro al botteghino; alla quarta settimana di presenza in classifica hanno infatti raggiunto un totale di 118 milioni di dollari. Molto più del costo di due mele o poco più.

In settima posizione si ferma Final Destination 5 con un incasso di 32 milioni di dollari.

La commedia con Jesse Eisenberg 30 minutes or less scende rapidamente la classifica e dopo una sola settimana arriva in ottava posizione con un incasso totale di 25.8 milioni di dollari.

Due commedie più o meno romantiche chiudono la classifica: un’altra prova abbastanza malinconica per  Anne Hathaway, che dopo essere stata una giovane colpita da distrofia muscolare in Love and other drugs ricalca un po’ le tracce di Julie Delpy in Prima dell’alba. La trama del film narra infatti di una coppia che dopo una notte insieme si incontra periodicamente per un giorno soltanto all’anno.Il film incassa poco più di 5  milioni di dollari.

Infine, la storia del padre in crisi coniugale in Crazy, stupid, love chiude la classifica con un incasso di 9 milioni di dollari questa settimana, per un totale di 64 milioni.

La prossima settimana si attendono le uscite di:Don’t be afraid of the dark, un film scritto da Guillermo Del Toro ma diretto dal semisconosciuto Troy Nixey che segna il ritorno sulle scene della signora Cruise, Katie Holmes; Our idiot brother, in cui Paul Rudd è quasi reso irriconoscibile e molto simile a un giovane Lebowski da barba e capelli lunghi. Esce anche la prima prova di Vera Farmiga alla regia, in Higher ground si cimenta con il rapporto di una donna con la fede in qualcosa di superiore.