oldboy

 

Anche per l’Old Boy secondo Spike Lee è stato momento di presentazione alla stampa. Si è infatti tenuta a New York, nella serata di lunedì, la premiere dell’ultimo film del regista afroamericano, remake dell’omonima pellicola del 2003 firmata Park Chan-Wook.

Al termine della proiezione, in un incontro con i presenti, regista, produttore e cast si sono dilungati circa le differenze che si evidenziano fra questo rifacimento e l’originale.

Secondo lo scrittore Mark Protosevich, le maggiori differenze sono ravvisabili nelle differenze culturali alla base delle pellicole:

“La storia di base è la stessa, ma ci sono alcuni aspetti culturali dell’originale che sentivo appartenessero molto al suo contesto culturale, ed io sono stato molto attento nel realizzare un film che avesse una prospettiva propriamente occidentale. C’erano alcuni elementi che erano molto stilizzati nell’originale e penso che abbiamo cercato di renderli più ‘reali’, o almeno era questa la mia intenzione, di renderlo più semplice. Quindi si è cercato di catturare lo spirito e la storia dell’originale cercando di renderlo il più nostro possibile”.

Peter Schlessel, produttore del film, ha definito così il lavoro svolto:

“Pensiamo che sia qualcosa di veramente diverso ed unico, ciò che cerchiamo sempre di fare alla FilmDistrict. Penso che Spike lo abbia portato (il film ndr) verso una nuova direzione, non è un semplice remake in serie, ma ci ha aggiunto il proprio marchio di ‘Spikeness'”.

Samuel L. Jackson, che nel film interpreta Chaney, ha sostenuto di essere grato a Spike Lee per avergli lasciato la libertà di poter caratterizzare il personaggio secondo la propria chiave di lettura, permettendogli di utilizzare il proprio background di attore senza limitarlo.

Nel finale, Protosevich ha svelato un retroscena, sostenendo che deve la sua partecipazione al film unicamente a Will Smith con cui aveva collaborato in Io Sono Leggenda e che inizialmente avrebbe dovuto prendere parte alla pellicola. Fu lo stesso Smith, infatti, a contattare lo scrittore per convincerlo a lavorare allo script di Old Boy.

Il film, seguendo le linee guida dell’originale, presenta come protagonista Joe Ducett (Josh Brolin), un pubblicitario che, dopo essere stato inspiegabilmente rapito e tenuto segregato per oltre 20 anni, viene rilasciato senza alcun motivo, così come la sua prigionia era iniziata. A seguito di questo avvenimento Ducett avrà un solo scopo, trovare il motivo e la persona che ha deciso di giocare in quel modo con la sua vita.

Il film è in attesa nelle sale per il 27 novembre. Nel cast Josh BrolinElizabeth Olsen, Sharlto Copley, Samuel L. Jackson e James Ransone.

Fonte: HollywoodReporter