Maleficent recensione

Maleficent IMAX posterDisney presenta Maleficent con l’affascinante attrice premio Oscar® Angelina Jolie nel ruolo della protagonista, la spaventosa e potente strega che nel 55° anniversario della sua comparsa sul grande schermo, nel lungometraggio di animazione La Bella Addormentata nel Bosco, è ancora il personaggio più amato tra i cattivi Disney.

Ora ritorna in questa versione live action, grazie alla quale scopriremo che sono molte le cose di lei che non abbiamo mai saputo.

In uscita nelle sale italiane il 28 maggio, il film Disney Maleficent è diretto dal Production designer due volte premio Oscar® Robert Stromberg (Avatar, Alice in Wonderland), al suo debutto come regista, e prodotto da Joe Roth. La sceneggiatura è di Linda Woolverton (Il Re Leone, La Bella e la Bestia), mentre Angelina Jolie, Don Hahn, Palak Patel, Matt Smith e Sarah Bradshaw sono i produttori esecutivi.

Altri protagonisti del film sono Sharlto Copley, Elle Fanning, Sam Riley, Imelda Staunton, Juno Temple e Lesley Manville.

  Malefica MALEFICA
(Angelina Jolie)

Malefica custodisce benevolmente il Regno del Bosco, che le appartiene,  e tutte le creature che vi abitano. Ma, a causa di un crudele tradimento, il suo cuore diventa duro come una pietra. Spietata e vendicativa, è ormai spinta solo dalla sete di vendetta e dall’irrefrenabile desiderio di proteggere la sua terra. Lancerà un’irrevocabile maledizione sulla figlia neonata del re, Aurora.

.

Re StefanoSTEFANO
(Sharlto Copley)

Stefano è un amico d’infanzia di Malefica, e appartiene al regno umano esterno alla foresta, dimora di Malefica. Stefano è consumato dall’ambizione di diventare re e non si fermerà davanti a nulla pur di raggiungere il suo scopo.

.

FoscoFOSCO
(Sam Riley)

Fosco è il leale servitore di Malefica che, al suo comando, può assumere diverse forme ed eseguire i suoi ordini. Fosco rappresenta la coscienza di Malefica e le sue incrollabili convinzioni lo spingono a commettere azioni malvage.

.

AuroraAURORA
(Elle Fanning)

La principessa Aurora è una bambina curiosa e riflessiva. Il suo profondo legame con la natura può competere solo con quello di Malefica. Nel corso degli anni resta coinvolta nell’aspro conflitto fra l’amato Regno del Bosco e il regno umano di cui è legittima erede.

.

Fatine dei fioriLE FATINE DEI FIORI

Le Fatine dei Fiori, tre pasticcione, hanno il compito di allevare Aurora fino al compimento del suo sedicesimo compleanno.

GIUGGIOLA (Imelda Staunton) è irascibile, prepotente e nutre un senso di superiorità nei confronti delle altre due fatine.

FIORINA (Lesley Manville) è la Fatina dei Fiori azzurra. La sua testa è sempre circondata da farfalle svolazzanti.

VERDELIA (Juno Temple), la più giovane delle Fatine, è gioviale, sbadata e ingenua.

Maleficent, il film

Nel cast di Maleficent oltre alla Jolie anche Sharlto Copley,  Elle Fanning, Sam Riley, Imelda Staunton, Juno Temple e Lesley Manville. Disney presenta Maleficent con l’affascinante attrice premio Oscar Angelina Jolie nel ruolo della protagonista, la spaventosa e potente strega che nel 55° anniversario della sua comparsa sul grande schermo, nel lungometraggio di animazione La Bella Addormentata nel Bosco, è ancora il personaggio più amato tra i cattivi Disney.

Maleficent racconta la storia di una delle villain più amate dell’universo Disney, antagonista della favola La bella addormentata nel bosco del 1959. Affascinante donna dal cuore gentile, la bellissima Maleficent ha vissuto a lungo in un bosco incantato circondata da pace e armonia, fino a quando un squadra di invasori non ha messo a repentaglio la tranquillità del suo regno. Maleficent si trasforma così nella più cattiva guardiana del suo universo, subendo un terribile tradimento che tramuterà il suo cuore benevolo in un cuore di pietra. Accecata dalla sete di vendetta, Meleficent inizierà una leggendaria battaglia contro il successore del re invasore, gettando una maledizione sulla figlia Aurora. Col passare del tempo, la strega di renderà conto che la giovane custodisce la chiave per la salvezza del suo regno e forse anche quella per ritrovare l’ormai perduta serenità.”