La notizia è arrivata ieri, alquanto inaspettata, direttamente dalla pagina ufficiale Facebook del noto doppiatore e attore italiano: Luca Ward non sarà la voce di Russell Crowe in Noah. Ecco cosa ha scritto lo stesso Ward sulla sua pagina:

 
 

Salve a tutti.
Non sarò la voce di Russell Crowe nel film #Noah. La decisione non e’ mia o di Russell o della Universal. Ho voluto comunicarvelo perche’ forse aspettavate questo doppiaggio, dopo i trailer gia’ da me doppiati e perche’ credo nel profondo rispetto verso il pubblico.
Grazie a tutti, Forza e Onore!

Non sappiamo da cosa sia dipesa questa inaspettata e anche ‘triste’ decisione. La voce, per un attore straniero molto popolare che viene doppiato nel nostro Paese, assume delle caratteristiche fondamentali di affetto e riconoscibilità che legano lo spettatore al personaggio/attore. E Luca Ward ha sempre fatto un lavoro egregio con Russell Crowe, ma anche con gli altri personaggi a cui ha prestato la sua particolare a accattivante voce nel corso degli anni. Soprattutto, ricordiamo, di recente ha doppiato il drago Smaug de Lo Hobbit, con un risultato che non ha fatto rimpiangere la straordinaria voce di Benedict Cumberbatch che doppia il drago in originale.

E’ un vero peccato che i pochi doppiatori competenti e professionali presenti nel nostro Paese (in cui non si riesce ancora a fare a meno del doppiaggio cinematografico) vengano ‘accantonati’, senza nulla togliere a chi prenderà il posto di Ward nel prestare la voce al Crowe di Noah.

Cosa ne pensate voi?

Noah di Darren Aronofsky arriverà in Italia il prossimo 10 aprile 2014. La storia riprende la storia Noè, il patriarca biblico, il più importante dopo Adamo e prima di Abramo. Secondo la narrazione biblica è il costruttore dell’Arca di Noè grazie a cui l’Umanità continuò la propria esistenza sulla Terra; sull’Arca furono ospitate 7 coppie degli animali puri ed una coppia di tutti gli altri animali (secondo Genesi 6,19; secondo Genesi 7,2).

Il cast di Noah include Russell Crowe, Emma Watson, Jennifer Connelly, Logan Lerman, Ray Winstone, Douglas Booth e Anthony Hopkins. La pellicola è prodotta da Disruption Entertainment, New Regency Pictures, Protozoa Pictures, mentre a distribuire il film ci penserà la Universal Pictures.