A tre mesi dall’uscita in sala di Logan, si continua a parlare del film di James Mangold che ha lasciato il mondo dei fan di cinecomics commossi e contenti, per la bellissima conclusione della parabola eroistica di Hugh Jackman nei panni di Wolverine.

 
 

Eppure sembra che il protagonista abbia dei rimpianti in merito al film, soprattutto in merito a qualcosa che non è stato mostrato: il celebre costume giallo.

Ecco cosa ha raccontato JackmanCollider: “C’erano un paio di cose che non sono riuscito a fare. I fan hanno sempre detto ‘Quando vedremo il costume giallo e blu? Dobbiamo vederlo!’ E abbiamo provato per un po’ in The Wolverine a inserirlo, ma non è successo, sull’aereo, alla fine lui apre una valigetta che contiene il costume, ma poi è stata tagliata. Quindi il costume era una cosa che avrei voluto fare, ma non ha funzionato, quindi se qualcuno pensa di riuscirci, si faccia avanti.”

Logan: ecco come sarebbe dovuto finire – video

CORRELATI:

Logan: il trailer finale italiano del film

Per Hugh Jackman questo ritorno nei panni del mutante con gli artigli di adamantio sarà la sua ottava volta (se si conta anche il cameo di X-Men L’Inizio) nel personaggio. È l’attore che più di tutti rappresenta i mutanti Marvel al cinema, una sorta di Robert Downey Jr per il corrispettivo MCU, e potrebbe essere arrivato alla fine del suo coinvolgimento nel franchise proprio con questo film.

Alla regia c’è James Mangold (già regista di Wolverine L’Immortale), mentre nel cast ci saranno Hugh Jackman, Boyd Holbrook, Richard E. Grant, Stephen Merchant, Eriq La Salle, Elise Neal e Patrick Stewart.

La trama del film

Nel prossimo futuro, uno stanco Logan si prende cura di un malato Professor X, in un nascondiglio sul confine messicano. Ma i tentativi di Logan per nascondersi dal mondo e dal suo passato finiscono quando arriva una giovane mutante, inseguita da forze oscure.