the flash ezra miller Justice League Flashpoint

La lunga caccia al regista di The Flash non si è ancora conclusa mentre nelle prossime ore potremmo avere una conferma ufficiale in merito alla nomina che la Warner potrebbe comunicare al pubblico durante il SDCC in svolgimento.

Mentre Aquaman è in produzione, si immaginava che il progetto successivo sarebbe stato The Flash, invece proprio a causa della mancanza di un regista, il film con Ezra Miller è slittato e si è invece data la precedenza a Shazam.

Dopo Seth Grahame-Smith e Rick Famuyiwa, entrambi assunti dalla Warner che poi hanno lasciato il progetto, in primavera si sono fatti diversi nomi tra cui anche quelli altisonanti di Matthew Vaughn e di Sam Raimi, ma trai candidati papabili, il preferito del produttore, Geoff Johns, resta Robert Zemeckis, che potrebbe effettivamente essere ufficializzato a breve.

Per un po’ si era anche pensato a Chris Miller e Phil Lord, che licenziati dalla regia di Han Solo, avevano poi rivolto la loro attenzione al progetto Warner, senza però, a quanto pare, essere contattati ufficialmente.

Che contributo potrebbe dare Zemeckis al personaggio di Barry Allen, a parte una comprovata esperienza con i viaggi nel tempo e i paradossi temporali?

The Flash: ecco come potrebbe essere l’Anti-Flash

CORRELATI:

Ezra Miller, già apparso due volte nei panni dell’eroe (per un cameo in Batman v Superman e per uno in Suicide Squad), si è dichiarato fiducioso nelle intenzioni della Warner Bros di preparare il progetto al meglio, nonostante l’abbandono del regista che deve essere ancora rimpiazzato.

Il film stand alone su The Flash con protagonista Ezra Miller è previsto per il 3 marzo 2018. Nel cast anche Kiersey Clemons nei panni di Iris West.