Uno dei punti di forza di Aquaman, oltre che aspetto peculiare nel genere dei cinecomic, sono ovviamente le sequenze ambientate sott’acqua realizzate grazie a nuovi sistemi di ripresa e effetti speciali d’avanguardia. Il team ha lavorato duramente alla resa “realistica” dei movimenti degli eroi di Atlantide, e i risultati ci sono sembrati eccellenti, tuttavia in merito alla questione è intervenuto James Cameron – un pioniere del cgi – lodando il film DC ma appuntando qualche critica all’effettistica:

Penso che Aquaman sia un film davvero divertente, ma anche un tipo di pellicola che non avrei mai potuto realizzare. Perché richiede una totale mancanza di collegamento con ogni senso della fisica o della realtà. È come se fosse a metà strada tra un paesaggio mitico greco e un paesaggio da fiaba…Immagino che i personaggi riescano a muoversi sott’acqua con il potere della mente…oppure no? Ma è bello proprio per questo, lo vedi alle sue condizioni.

Cameron ha poi continuato:

Ho trascorso migliaia di ore sott’acqua, e mi ritengo molto letterale riguardo il mio sguardo sulle profondità marine. Deve sembrare reale. Posso godermi film come Aquaman, ma noterò sempre quel problema di realismo. Ho però apprezzato moltissimo il messaggio ecologista, sul fatto che stiamo usando l’oceano come una discarica…ecco, lì mi sento di dover applaudire“.

Aquaman, ufficiale: il sequel è in lavorazione

Intanto la Warner Bros. è al lavoro sul sequel di Aquaman, il più grande successo economico di un cinecomic DC nella storia sbarcato nelle sale a Dicembre 2018. David Leslie Johnson-McGoldrick scriverà la sceneggiatura insieme a Will Beal mentre James WanPeter Safran saranno co-produttori.

Jason Momoa tornerà nei panni dell’eroe che ha rilanciato positivamente le sorti dell’universo cinematografico DC. Diverse fonti fanno sapere che gli studios vorrebbero riportare Wan dietro la macchina da presa ad una condizione: che sia lui a scegliere il gruppo di sceneggiatori e a seguire da vicino il processo di sviluppo.

Ma non finisce qui: come riportato nei giorni scorsi dall’Hollywood Reporter, è in programma anche uno spin-off dedicato ai Trench, le creature marine che nel film attaccavano l’imbarcazione di Arthur Curry e Mera. Noah Gardner e Aidan Fitzgerald sono stati incaricati di scrivere lo script.

James Cameron tra Terminator e Alien, il suo ritorno al passato

Fonte: Yahoo