dune

Partirà nei prossimi mesi la produzione del reboot di Dune che la Legendary Pictures ha affidato alla regia di Denis Villeneuve (Arrival, Sicario, Blade Runner 2049). Come saprete si tratterà del secondo adattamento del romanzo di Frank Herbert dopo quello del 1984 diretto da David Lynch, che vedeva Kyle MacLachlan nei panni del protagonista Paul Atreides.

 

Proprio l’attore, intervistato di recente da AM to DM durante la promozione di High Flying Bird (il nuovo film di Steven Soderbergh disponibile ora su Netflix) ha espresso i suoi pensieri sul riavvio della storia:

Sono curioso di vedere cosa succederà. Denis Villeneuve sta riunendo un grande cast, con persone di grande talento, e dovrà confrontarsi con un materiale davvero impegnativo da portare sullo schermo. Gli auguro buona fortuna e sono sicuro che farà un ottimo lavoro. D’altronde è un regista fantastico […] Per quanto mi riguarda, amo il libro da cui è tratto e mi ritengo una specie di nerd in materia. L’ho letto quando avevo 15 anni per la prima volta e le tre sezioni che lo compongono possono essere spezzate e adattate in tre film.

Dune: svelata la data di uscita del film di Denis Villeneuve

Vi ricordiamo che gli attori protagonisti di Dune saranno Timothee ChalametPaul AtreidesRebecca FergusonDave BautistaStellan SkarsgardCharlotte RamplingJavier BardemJosh BrolinZendaya e Oscar IsaacJason Momoa si trova attualmente in trattative per interpretare il ruolo di Duncan Idaho, lo spadaccino fedele alla famiglia Atreides che nella versione di Lynch aveva il volto di Richard Jordan.

Il regista, reduce da Blade Runner 2049, aveva specificato tempo fa che il film non sarà un remake dell’originale di Lynch ma una lettura personale del testo di riferimento. Nel frattempo Villeneuve, con le ultime dichiarazioni al Rendez-Vous du Cinema Quebecois (dove ha tenuto delle lezioni di cinema), ha svelato dettagli sulla lavorazione e forse sulla possibilità che Dune possa diventare un franchise:

Probabilmente ci vorranno due anni per finire Dune. L’obiettivo però è realizzare almeno due film“.

Questo invece il suo commento delle scorse settimane riguardo l’errata definizione di remake:

Il film non sarà in nessun modo collegato a quello del 1984. Tornerò al romanzo e cercherò di tirare fuori le immagini che le pagine mi ispireranno” ha commentato Villeneuve. “Sia chiaro, ho il massimo rispetto per David Lynch, che considero tra i più grandi registi viventi, però ricordo che all’epoca il suo adattamento aveva deluso le mie aspettative e tradito i miei sogni. Per questo proverò a fare il film dei miei sogni“.

Fonte: AM to DM