The Irishman

Dopo aver “evitato” sia Toronto che Venezia, Martin Scorsese e il suo The Irishman sbarcano, giustamente, al New York Film Festival, dove saranno i protagonisti della serata di apertura della 57° edizione dell’evento.

 
 

The Irishman di Martin Scorsese, a lungo atteso e che mette molta curiosità visto che vedrà applicata la tecnica del ringiovanimento sui suoi protagonisti, Al Pacino e Robert De Niro, è stato adocchiato da tempo da molti dei festival internazionali più prestigiosi. Ma data la natura di newyorkese doc di Scorsese, non sorprende che il suo nuovo film si vedrà per la prima volta in questa circostanza.

Tuttavia, data la difficoltà del lavoro di effetti visivi e il perfezionismo di Scorsese in sala di montaggio, si dice che il film potrebbe non essere pronto per la serata di apertura alla Alice Tully Hall.

The IRISHMAN-film

The Irishman, un dramma criminale da 200 milioni, è la più grande speranza di Netflix di arrivare anche quest’anno agli Oscar. Si tratta della nona collaborazione di Scorsese con De Niro e la prima volta in assoluto che il regista di New York dirige invece Al Pacino. Nel cast ci sono anche Joe Pesci e Harvey Keitel, collaboratori di lunga data di Martin. Con loro ci sono, inoltre, Bobby Cannavale, Anna Paquin e Ray Romano.

Guarda il primo teaser trailer di The Irishman

Prendete uno dei più grandi registi della storia del cinema, Martin Scorsese, e due attori, Robert De Niro e Joe Pesci, che insieme a lui hanno creato capolavori come Toro scatenato, Quei bravi ragazzi e Casino. Aggiungete altri due premi Oscar come Al Pacino, alla sua prima collaborazione con Scorsese, e lo sceneggiatore Steven Zaillan (Schindler’s List, Gangs of New York e L’arte di vincere). Avrete alcuni degli ingredienti che hanno fatto di THE IRISHMAN il titolo più ambìto del Marché di Cannes, scatenando le richieste dei distributori di tutto il mondo.

Non poteva essere altrimenti, per un progetto da 100 milioni di dollari che già si annuncia come un nuovo capolavoro del “gangster movie”: per Scorsese, un nuovo affresco sulla criminalità americana, tratto dal romanzo L’Irlandese: Ho ucciso Jimmy Hoffa di Charles Brandt. “Avere il privilegio di distribuire un film del più grande regista del cinema contemporaneo – dichiara Andrea Occhipinti – è per Lucky Red motivo di orgoglio, il riconoscimento di un lavoro quasi trentennale sugli autori, portato avanti con serietà e dedizione. Siamo emozionati e felici”.