Creed 3 non ha ancora una data di uscita ufficiale, ma il film sarà diretto da Michael B. Jordan e dovrebbe entrare in produzione verso la fine del 2021. Parlando con MTV News in occasione della promozione del film Sylvie’s Love, Tessa Thompson ha confermato i piani sul nuovo capitolo della serie di spin-off della saga di Rocky Balboa, i cui eventi si svolgono nove anni dopo i fatti narrati nel franchise con protagonista Sylvester Stallone.

“Michael dirigerà il prossimo Creed. Quindi penso che sarà alquanto difficile quando si impegnerà come regista nei miei confronti… gli dirò di smorzare la sensualità. Ma non credo che inizieremo a girare prima della fine del 2021, quindi fino ad allora chissà cosa succederà. Non so se tra sei mesi sarà ancora l’uomo più sexy del mondo”. Le parole di Thompson, che tornerà a vestire i panni di Bianca Taylor in Creed 3, fanno riferimento al fatto che, di recente, Michael B. Jordan è stato eletto dalla rivista People l’uomo più sexy del 2020.

Il terzo episodio di Creed è stato ufficializzato lo scorso febbraio. All’epoca venne soltanto confermato che ad occuparsi della sceneggiatura sarebbe stato Zach Baylin, noto per aver curato lo script di King Richard, un biopic incentrato sulla vita del padre delle campionesse di tennis Serena e Venus Williams, che avrà come protagonista Will Smith e che debutterà prossimamente su Netflix.

Creed 3: rivedremo anche Sylvester Stallone?

Un’importante novità in merito a Creed 3 riguarderebbe il coinvolgimento di Sylvester Stallone, che potrebbe non tornare nei panni dell’iconico personaggio in veste di mentore. In effetti, già in Creed 2 l’arco narrativo del personaggio sembrava essersi concluso. Lo scorso maggio l’attore aveva parlato del progetto su Instagram durante un Q&A – lo stesso in cui aveva confermato il sequel di Demolition Man -, anticipando che potrebbe non apparire nel terzo capitolo della saga spin-off.

Stallone ha spiegato di avere alcune idee per fare tornare il personaggio di Rocky al cinema, ma dubita che ciò possa avvenire nel terzo annunciato Creed. Sly ha quindi confermato di avere alcune idee per un sequel di Rocky, ma al tempo stesso pensa che il suo arco narrativo nel franchise con protagonista Michael B. Jordan si sia esaurito.