trailer mulan

Arriva da The Wrap la notizia che la Disney ha apportato una serie di modifiche al calendario delle proprie uscite cinematografiche. Tali modifiche riguardano, in particolare, i franchise di Avatar e di Star Wars, oltre all’attesissimo live action di Mulan.

 

Partendo proprio dal remake del classico d’animazione del 1998 che sarà diretto da Niki Caro e che sarebbe dovuto arrivare nelle sale ad agosto (l’uscita era inizialmente prevista per marzo), la Disney ha deciso di rimuovere Mulan dal proprio calendario, in attesa di un nuovo riposizionamento. Un portavoce della major ha dichiarato: “Negli ultimi mesi, è apparso chiaro che nulla è inciso nella pietra quando si parla di date d’uscita durante questa pandemia globale. Ciò significa che oggi siamo costretti a mettere in pausa i nostri piani per Mulan mentre stabiliamo il modo più efficace per portare questo film agli spettatori di tutto il mondo.”

Per quanto riguarda invece la saga di Star Wars, i nuovi episodi della nuova trilogia arriveranno adesso a dicembre 2023, 2025 e 2027, mentre i sequel di Avatar sono stati così nuovamente riposizionati: Avatar 2 passa dal 17 dicembre 2021 al 16 dicembre 2022; Avatar 3 passa dal 22 dicembre 2023 al 20 dicembre 2024; Avartar 4 passa dal 19 dicembre 2025 al 18 dicembre 20216; Avatar 5 passa dal 17 dicembre 2027 al 22 dicembre 2028.

James Cameron scrive ai fan di Avatar e ringrazia la Disney per il supporto

Com’è possibile notare, i film di Star Wars continueranno ad alternarsi a quelli di Avatar, naturalmente con un anno di differenza. A poche ore dall’annunciato delle nuove date di uscita dei sequel, James Cameron ha pubblicato via Instagram una nota indirizzata a tutti i fan della saga, nella quale ha spiegato perché i film sono stati nuovamente posticipati:

“Fan di Avatar. “Io vi vedo”. Spero che siate tutti in salute e al sicuro. Come molti già sapranno, a causa del Covid-19 siamo stati costretti a prenderci una lunga pausa dalle riprese live action che in questo momento stanno avendo luogo in Nuova Zelanda. Quello che forse molti non sanno è che la pandemia ci sta ancora impedendo di iniziare nuovamente la produzione virtuale nei teatri di posa a Los Angeles. Per i nostri film, si tratta di una lavorazione importante quanto quella live action.

Prima del Covid-19 era tutto allineato affinché il primo sequel arrivasse al cinema a dicembre 2021. Sfortunatamente, a causa dell’impatto che la pandemia ha avuto sul nostro piano di lavorazione, non ci è più possibile rispettare quella data. Non c’è nessuno più deluso di me da questo ritardo. A rincuorarmi ci pensano le incredibili interpretazioni del nostro cast e lo straordinario lavoro che sta facendo la Weta Digital per portare Pandora e i protagonisti del film in vita.

Sono grato per il sostegno che continuiamo a ricevere dalla Disney, in particolare da Alan Horn e Alan Bergman. Gli studios sostengono al 110% non soltanto i sequel, ma anche tutti gli altri contenuti legati al franchise su cui stiamo già lavorando. Soprattutto, sono grato per i nostri fan e per il sostegno nel corso di questi anni. Vi prometto che ciò che porteremo al cinema vi soddisferà.”

Insieme alle nuove date di uscita di Star Wars e Avatar, sono state annunciate anche le nuove uscite di Assassinio sul Nilo di Kenneth Branagh (che slitta al 23 ottobre 2020) e The Last Duel di Ridley Scott (che slitta al 15 ottobre 2021). The French Dispatch di Wes Anderson, inizialmente previsto per il prossimo 16 ottobre, è stato invece rimosso dal calendario.