Mentre i fan della DC continuano a chiedere a gran voce la #SnyderCut di Justice League, arriva una voce fuori dal coro: Leigh Whannell, regista e sceneggiatore noto per le saghe di Saw, Insidious e per il recente L’Uomo Invisibile, sostiene che l’idea che esista una versione del film che non rispecchia la visione del suo regista è semplicemente “un incubo”. 

 

Dal suo punto di vista, Whannell crede che il fatto che esista una versione di Zack Snyder di Justice League, quindi una versione del film mai vista prima, non sia una buona cosa. In un recente podcast di CinemaBlend, infatti, Whannell ha parlato della #SnyderCut e di altre “Director’s Cut” che sono state rilasciate nel corso degli anni:

Per quanto mi riguarda, non vorrei mai che ci fosse una mia versione di un mio film che deve esistere in relazione alla versione di qualcun’altro. Quello che voglio dire è che, qualsiasi circostanza abbia portato a quella versione, qualsiasi orribile circostanza è totalmente incomprensibile. Personalmente, vedrei sempre il fatto che esista una versione del regista che nessuno ha mai visto come una cosa terribile. Nel corso degli anni, abbiamo visto cose come: ‘James Cameron rilascia la Director’s Cut di Aliens’. E poi arriva l’introduzione da parte del regista. Quando la guardi, appare sullo schermo e dice: ‘Questo è il modo in cui ho sempre voluto che le persone guardassero Aliens’. E la prima cosa che penso è: “È pazzesco!” Non ho una versione definitiva del film’. Odio l’idea che ci siamo persi la versione che voleva che vedessimo.”

Quando gli è stato chiesto di Blade Runner di Ridley Scott, di cui esistono ben sette differenti versioni (e soltanto su una Scott ha avuto totale libertà artistica), Whannell ha detto:

“Questa è la situazione di cui sto parlando… sarebbe un incubo! Qualcuno ha cambiato talmente il film che avevo realizzato che ho sempre saputo che la versione arrivata al cinema non era quella che io avevo pensato. Questo è un incubo ad occhi aperti che non voglio mai vivere. Ma forse lo vivrò… un giorno.” 

LEGGI ANCHE – Ben Affleck sostiene l’uscita della #SnyderCut di Justice League

Nelle ultime settimane sono emersi ulteriori dettagli circa la lavorazione “travagliata” di Justice League, con Snyder che ha spiegato che i cambiamenti apportati in itinere sono stati causati da varie interferenze con lo studio:

“Partivamo con l’idea che una minoranza di persone non aveva amato Batman v Superman, e questo ha avuto un effetto anche sul film successivo. La mia versione originale del film, che avevo scritto insieme a Chris Terrio, non è mai stata girata. L’idea reale, difficile, e spaventosa, non è mai stata realizzata per le paure dello studio, e io e miei collaboratori eravamo insicuri proprio a causa della reazione scatenata da Batman v Superman […]

Sarebbe stata una lunga storia da raccontaresaremmo finiti in un futuro a distanza dove Darkseid conquistava la Terra e dove Superman cedeva all’equazione dell’anti vita. Alcuni membri della Justice League sopravvivevano in quel mondo combattendo, Batman rompeva il suo patto con Cyborg e Flash tornava indietro nel tempo per dire qualcosa a Bruce…

Fonte: ScreenRant