Watchmen: Zack Snyder torna sull’assenza del calamaro nel suo film

Zack Snyder è tornato a parlare dell'assenza del calamaro gigante nel suo Watchmen, il film da lui diretto nel 2009 e basato sul fumetto di Alan Moore e Dave Gibbons.

-

Watchmen di Zack Snyder è stato un adattamento per lo più fedele alla graphic novel originale di Alan Moore e Dave Gibbons, non fosse che nel film non abbiamo visto il calamaro gigante.

Il fumetto originale termina con la rivelazione che Ozymandias aveva costruito un polpo gigante e lo aveva lasciato cadere su Manhattan, sperando così di estinguere le tensioni tra gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica, facendo credere che il mondo fosse stato attaccato dagli alieni. La versione di Snyder contiene la stessa tipologia di attacco, ma nel film Ozymandias fa sembrare che sia il Dr. Manhattan il responsabile dell’accaduto.

Considerando il contesto del film, il finale optato da Snyder ha comunque funzionato. Tuttavia, la recente serie Watchmen targata HBO e creata da Damon Lindelof, ha dimostrato che il calamaro può comunque funzionare sullo schermo. Durante un’intervista con Uproxx in occasione della promozione di Army of the Dead, Snyder ha confermato di non aver ancora avuto la possibilità di guardare la serie e ha spiegato perché ha deciso di non includere il calamaro nel suo film.

“Amo Watchmen. Non ho rimpianti. Amo quel film al 100%. È esattamente quello che volevo fare”, ha spiegato il regista. “In un certo senso, penso che ci sia una bella lezione universitaria che qualcuno potrebbe tenere circa le differenze fra il Dr. Manhattan e il polpo. Sul perché abbiamo scelto il Dr. Manhattan e come funziona tematicamente in reazione al climax dell’opera.”

Nonostante ciò, Snyder ha ammesso che ora prenderebbe in considerazione l’aggiunta del calamaro se dovesse girare il film oggi: “Ma voglio aggiungere che, basandomi sul film che ho appena fatto, ossia Justice League, potrei prendere in considerazione il calamaro. Di sicuro, in quel caso, avrei dovuto fare un film più lungo. Sì, se avessi deciso di includere il polpo, il film sarebbe stato più lungo. Ma c’era già Dr. Manhattan, quindi non c’era la necessità di inserirlo.”

Articoli correlati

- Pubblicità -

ALTRE STORIE

Dall'alto di una fredda torre Vanessa Scalera

Dall’alto di una fredda torre, la scelta di Vanessa Scalera ed...

Al cinema dal 13 giugno, distribuito da Lucky Red, la storia di Dall'alto di una fredda torre (qui la recensione) nasce sul palcoscenico del teatro,...
- Pubblicità -