Animali fantastici: i segreti di Silente spiega perché l’Ordine della Fenice si chiama così

-

Nonostante numerose recensioni positive, Animali fantastici: I segreti di Silente non è stato proprio il grande ritorno del Wizarding World che ci aspettavamo e che la Warner Bros sperava. Retcon e trame sospese hanno minato la buona riuscita del film, che comunque riserva alcune sorprese piacevoli agli affezionati.

Una delle aggiunte più interessanti che il film fa al Wizarding World è il significato della Fenice come animale magico dal grande potere. Alla fine de I Crimini di Grindelwald abbiamo scoperto che Credence è un Silente e che per questo, secondo Gellert, attira una Fenice a sé. Questo dettaglio viene ampliato e articolato meglio in questo terzo film, e ci offre anche un significato più ampio e nobile al fatto che la squadra di maghi che si spenderà per la sconfitta di Voldemort, anni più tardi, prenderà il nome di Ordine della Fenice.

La fenice è sempre stata considerata una delle creature magiche più potenti del mondo magico. L’amata fenice domestica di Silente, Fanny, era un personaggio ricorrente a pieno titolo e ha svolto un ruolo chiave nel salvare la vita di Harry dal basilisco in Harry Potter e la Camera dei Segreti.

Grindelwald aveva affermato che la presenza della fenice intorno a Credence dimostrava che era un Silente, ma sembra che stesse dicendo una mezza verità, perché in realtà la fenice continuava a tornare a Credence perché sono animali che accorrono per fornire forza e conforto a coloro che stanno morendo.

Questa nuova svolta aggiunge un potente grado di simbolismo al nome Ordine della Fenice, perché il nome significa che i membri di questo gruppo sono coloro che intervengono quando tutto ciò che è giusto e buono nel mondo rischia di morire. C’è ancora un certo egocentrismo nella decisione di Silente di dare al gruppo questo nome, ma ha sicuramente un doppio significato più profondo.

Animali fantastici: I segreti di Silente è uscito al cinema il 13 aprile, distribuito da Warner Bros. Alla regia c’è David Yates, mentre alla sceneggiatura torna JK Rowling, affiancata questa volta da Steve Kloves, sceneggiatore storico della saga di Harry Potter. Nel cast del film tornano Eddie RedmayneKatherine Waterston, Dan Fogler, Alison Sudol, Ezra Miller Jude Law. Nel film fa il suo debutto Mads Mikkelsen nel ruolo di Gellert Grindelwald.

Animali fantastici: I segreti di Silente, lungometraggio diretto da David Yates, riprende la narrazione dopo i fatti accaduti in ‘Animali Fantastici – I crimini di Grindelwald’ (2018) in cui viene rivelata la vera identità di Credence (Ezra Miller). In questo capitolo l’ascesa di Grindelwald (Mads Mikkelsen) deve essere fermata: il suo intento è quello di trasformare il mondo magico in una platea di ciechi sottoposti e dichiarare guerra al mondo dei non maghi. Silente (Jude Law), tuttavia, non può combattere Grindelwald a causa di un patto di sangue stretto in giovinezza quando il suo attuale nemico era la persona a lui più cara. Toccherà dunque a Newt Scamander (Eddie Redmayne) e alla sua squadra agire per conto di Silente e impedire che l’inganno e il terrore abbiano la meglio nell’elezione del nuovo leader del mondo magico.

Chiara Guida
Chiara Guida
Laureata in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è una gionalista e si occupa di critica cinematografica. Co-fondatrice di Cinefilos.it, lavora come direttore della testata da quando è stata fondata, nel 2010. Dal 2017, data di pubblicazione del suo primo libro, è autrice di saggi critici sul cinema, attività che coniuga al lavoro al giornale.

Articoli correlati

- Pubblicità -
 

ALTRE STORIE

Minecraft: alcune immagini rivelano un primo sguardo a Jack Black

C'è molta curiosità intorno al prossimo film di Minecraft della Warner Bros. e ora è trapelata online una prima immagine grazie a un documento...
- Pubblicità -