Lo schermo è donna: dal 25 giugno torna la rassegna

-

Al via martedì 25 giugno a Fiano Romano la 27esima edizione di “Lo schermo è donna”, la rassegna che premia il talento femminile nel cinema che ogni sera fino al 29 giugno, a partire dalle ore 20:30, animerà la corte del Castello Ducale con ospiti e proiezioni gratuite.

Cinque i giorni di proiezioni, incontri con i protagonisti del cinema italiano e approfondimenti sui film, che includono recenti uscite cinematografiche, successi degli ultimi anni e classici intramontabili del nostro cinema.

La rassegna promossa e organizzata dall’associazione culturale “Città per l’Uomo”, con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Lazio e del Comune di Fiano Romano, è giunta alla sua ventisettesima edizione. I direttori artistici, ormai da parecchi anni, sono Alberto Crespi e Rocco Giurato, che quest’anno sono voluti partire dalla magnifica coppia di divi composta da Sophia Loren e Marcello Mastroianni, nel centenario dalla nascita dell’attore feticcio di Fellini e a pochi mesi dai 90 anni della Diva Sophia.

C'è ancora domani film Paola CortellesiAl centro della rassegna ci saranno, come sempre, i premi intitolati a Giuseppe De Santis, il grande regista italiano che a Fiano Romano è vissuto per molti anni. Questi i premi assegnati nell’edizione del 2024.

  • “Premio Giuseppe De Santis” a Romana Maggiora Vergano per il film “C’è ancora domani
  • “Premio Giuseppe De Santis” per l’attrice emergente a Rebecca Antonaci per il film “Finalmente l’alba
  • “Premio Giuseppe De Santis” per una regista esordiente a Catrinel Marlon per il film “Girasoli”
  • “Premio Giuseppe De Santis” alla carriera a Francesca Comencini

La rassegna si aprirà il 25 giugno con C’è ancora domani, film rivelazione dell’anno, diretto da Paola Cortellesi. A parlare del film interverrà la protagonista Romana Maggiora Vergano, “Premio Giuseppe De Santis” che dialogherà con i direttori artistici e con il regista Stefano Reali.

Mercoledì 26 giugno sarà proiettato il film Finalmente l’Alba, di Saverio Costanzo, che premierà una straordinaria protagonista esordiente, Rebecca Antonaci.

Il 27 giugno è la serata del Festival dedicata a Sophia Loren e Marcello Mastroianni, con la proiezione del capolavoro di Ettore Scola “Una giornata particolare”. Aneddoti, ricordi e un grande e doveroso omaggio a questi due magnifici attori sarà affidato al Presidente dei David di Donatello Piera Detassis e alla giornalista e scrittrice Patrizia Carrano.  A Sophia Loren è dedicato il recente numero della rivista “Bianco e nero”, diretta da Alberto Crespi: un numero ricchissimo di foto e di saggi, curato da Piera Detassis e con un prezioso contributo di Patrizia Carrano, che per Sophia Loren scrisse la sceneggiatura della serie tv “La mia casa è piena di specchi”.

Venerdì 28 giugno sarà la volta di un sorprendente esordio alla regia, quello dell’attrice e modella Catrinel Marlon, che con “Girasoli”, firma una regia di forte denuncia sociale. Insieme a lei la sceneggiatrice Francesca Nozzolillo e Mariarosaria Mingione, co-protagonista del film.

Nella serata conclusiva di sabato 29 giugno protagonista sarà Francesca Comencini, che ritirerà il Premio Giuseppe De Santis alla carriera prima di presentare al pubblico in compagnia di Lunetta Savino e parte del cast, “Tante facce nella memoria”, un film sulle Fosse Ardeatine, ispirato al libro di Alessandro Portelli “L’ordine è già stato eseguito”.

Il programma delle serate

  • Martedì 25 giugno: “C’è ancora domani” di Paola Cortellesi
  • Mercoledì 26 giugno: “Finalmente l’Alba” di Saverio Costanzo
  • Giovedì 27 giugno: “Una giornata particolare” di Ettore Scola
  • Venerdì 28 giugno: “Girasoli” di Catrinel Marlon
  • Sabato 29 giugno: “Tante facce della memoria” di Francesca Comencini
Chiara Guida
Chiara Guida
Laureata in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è una gionalista e si occupa di critica cinematografica. Co-fondatrice di Cinefilos.it, lavora come direttore della testata da quando è stata fondata, nel 2010. Dal 2017, data di pubblicazione del suo primo libro, è autrice di saggi critici sul cinema, attività che coniuga al lavoro al giornale.

Articoli correlati

- Pubblicità -
 

ALTRE STORIE

Wolfkin film

Wolfkin: tutto quello che c’è da sapere sul film

Il cinema horror ha negli anni regalato innumerevoli iconici personaggi, molti dei quali entrati ormai nell’immaginario collettivo. Tra i più amati di sempre vi...
- Pubblicità -