- Pubblicità -

Nel 2003 il suo The Room venne gentilmente apostrofato come “Il peggior film mai realizzato” o “Il Quarto Potere dei film brutti“, ma è grazie al successo di The Disaster Artist che Tommy Wiseau ha ritrovato spazio e legittimazione in America. L’attore e regista è infatti al centro della pellicola diretta da James Franco, che domenica sera ha ricevuto il Golden Globe come Miglior Attore Protagonista in una Commedia.

- Pubblicità -

Sul palco, insieme a Franco, è salito anche Wiseau, e le telecamere della NBC hanno catturato il momento in cui l’artista avrebbe voluto dire qualcosa al microfono ma è stato scansato da Franco. È probabile che, conoscendo Wiseau, l’attore abbia preferito tagliare corto e congedarsi con il premio in mano.

A Rolling Stone invece Tommy Wiseau ha svelato quali sarebbero state le sue parole:

Golden Globes 2018: tutti i vincitori della 75° edizione

Se molte persone si amassero, il mondo sarebbe un posto migliore in cui vivere. Guardate The Room, divertitevi e godetevi la vita. Il sogno americano è vivo ed è reale“.

Un messaggio innocuo quindi, niente di scandaloso o pericoloso. Evidentemente James Franco si sbagliava, come ammesso nel backstage subito dopo.

The Disaster Artist uscirà nelle sale italiane il 25 gennaio 2018, dopo essere stato presentato in anteprima al Torino Film Festival. Nel cast anche Dave Franco e Seth Rogen.

Golden Globes 2018: la notte delle women in black, tante conferme e nessuna sorpresa

- Pubblicità -